menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto postata su facebook dai Vigili del Fuoco

La foto postata su facebook dai Vigili del Fuoco

Scritte anonime sulla caserma dei Vigili del Fuoco

Comparse nella notte scritte di protesta, è successo a Molveno. I Vigili del Fuoco: "Non abbiamo nulla di cui vergognarci"

"Un milione di euro, tutto fermo: vergogna". Questa la scritta di protesta comparsa nella notte sul portone della caserma dei Vigili del Fuoco di Molvano. L'anonimo Pasquino denuncia il fatto che il locale corpo dei pompieri sia in un immobile in affitto, a quanto pare a 2.000 euro al mese, in attesa di una nuova sede.

I Vigili del Fuoco rispondono su facebook alle polemiche: "L'immobile è di proprietà del Comune di Molveno e pertanto anche i lavori sono seguiti dal Comune - si legge nel post -  non abbiamo nulla di cui vergognarci. Non siamo mai "fermi": siamo pronti sempre, 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, gratuitamente, per aiutare chi ha bisogno, anche quei pochi che ci accusano e ci denigrano ingiustamente. È troppo dotare il Corpo dei Vigili del Fuoco Volontari di una sede adeguata?".

Sul caso il presidente della Provincia autnoma di Trento Maurizio Fugatti ha diffuso una nota in cui definisce "ignobile ed inaccettabile" il gesto ed esprime massima solidarietà ai Vigili del Fuoco. “Trovo inconcepibile – commenta Fugatti – che qualcuno usi questi mezzi spregevoli, a maggior ragione indirizzati a chi ogni singolo giorno dona il proprio tempo e spesso rischia la propria incolumità per garantire la sicurezza dei cittadini”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento