menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Amazon, i dipendenti scioperano: possibili mancate consegne

Il presidio prenderà vita alle ore 7:30, in concomitanza con lo sciopero nazionale dichiarato contro la multinazionale americana di proprietà di Jeff Bezos

Consegne da parte di Amazon a rischio per lunedì 22 marzo in vista dello sciopero nazionale  indetto della filiera Amazon in Italia. La richiesta alla base della protesta di lavoratori e lavoratrici è quella di poter godere di migliori condizioni di lavoro e questo interessa tutti: dipendenti dei magazzini e hub con contratto nazionale di logistica alle aziende fornitrici dei servizi di logistica, della movimentazione e della distribuzione della merce.

Il presidio prenderà vita alle ore 7:30, in concomitanza con lo sciopero nazionale dichiarato contro la multinazionale americana di proprietà di Jeff Bezos, il Sbm (Sindacato di base multicategoriale) ha organizzato un presidio davanti al magazzino Amazon che si trova a Trento Nord, a sostegno dei lavoratori in sciopero per i loro diritti. "La manifestazione sindacale, nonostante le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria Covid-19, è stata autorizzata dalla Questura di Trento in ossequio ai diritti costituzionali dei lavoratori e si terrà in zona Spini, all’incrocio fra Via Monaco e via al Pont dei Vodi" scrive Sbm in una nota.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Addio alla Rosetta: Levico perde una nonna speciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento