rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Viaggi

Sciopero aerei, Ryanair ribatte: cosa succede

Controllori di volo italiani in agitazione, si annunciano grossi disservizi per tutta la giornata di venerdì

Grossi disagi, venerdì 21 ottobre, per i viaggiatori a causa di diversi scioperi, soprattutto per il settore aereo. Ryanair ha comunicato che sarà costretta a cancellare oltre 600 voli a causa dello sciopero dei controllori di volo italiani. Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno confermato lo sciopero nazionale per l’intera giornata di venerdì 21 ottobre di tutto il personale Enav, interessando in parte anche i dipendenti delle compagnie aeree Ita AirwaysVueling Easyjet. Le agitazioni non interessano solo il settore aereo, ma anche i mezzi pubblici e i trasporti. 

Sciopero 21 ottobre 2022 treni e mezzi pubblici: orari e cose da sapere

I disagi di Ryanair e la richiesta a Governo e Commissione Ue

A causa dello sciopero Ryanair ha cancellato centinaia di voli lasciando a terra oltre centomila passeggeri: "Ryanair si rammarica di essere stata costretta a cancellare oltre 600 voli, con conseguenti ripercussioni su oltre 100mila passeggeri - ha detto l'azienda irlandese in una nota - a causa di questo sciopero dei controllori di volo italiani, che non farà altro che sconvolgere i piani di viaggio del fine settimana di migliaia di Italiani e turisti. Tutti i clienti Ryanair interessati sono stati avvisati questa mattina e informati delle alternative disponibili. Ryanair si scusa sinceramente con i suoi clienti per  i disagi che questo sciopero dei controllori di volo italiani causerà loro", si legge nel comunicato di Ryanair che ha chiesto al Governo e alla Commissione europea di intervenire.

"Gli scioperi dei controllori di volo e la carenza di personale sono stati la principale causa di disservizi per i viaggi in tutta Europa quest'estate ed è tempo che la Commissione Europea intervenga per proteggere i passeggeri europei dall’essere ripetutamente tenuti in ostaggio da un esiguo gruppo di controllori di volo italiani che scioperando fa crollare l'intera rete di viaggi europei", il parere dell'azienda.

"Ryanair invita il Governo Italiano e la Commissione Europea ad intervenire tempestivamente per evitare che i piani di viaggio del fine settimana di migliaia di Italiani/turisti vengano ostacolati dallo sciopero nazionale dei controllori di volo italiani che inizierà alla mezzanotte di stasera (giovedì, 20 ottobre) e continuerà per tutta la giornata di domani (venerdì 21 ottobre)", conclude la nota.

I voli cancellati dalle altre compagnie: le informazioni utili

Lo sciopero di venerdì 21 interessa in parte anche i dipendenti delle compagnie aeree Vueling ed Easyjet. È conveniente contattare le compagnie per avere aggiornamenti sul proprio volo. I piloti EasyJet sciopereranno 4 ore dalle 11 alle 15.

"Purtroppo - si legge in un comunicato congiunto di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti - dopo diversi incontri con i vertici di Enav, non sono emersi elementi sufficienti a dare risposte alle numerose problematiche che abbiamo posto ormai da mesi alla dirigenza". Nel dettaglio, "l’applicazione e l’evoluzione del piano industriale, l’adeguamento degli organici, l’organizzazione dei turni di lavoro, ma soprattutto la definizione di tempistiche e contenuti del rinnovo del contratto, sono tutti elementi importanti che attendono da troppo tempo una risposta. Per questo motivo porteremo avanti la nostra protesta anche con altre azioni future se si renderanno necessarie".

Per l’intera giornata di venerdì 21 è stato proclamato anche lo sciopero dei lavoratori delle imprese addette ai servizi aeroportuali e all’handling da parte della Federazione lavoratori aziende italiane (Flai). "A causa di uno sciopero dei Controllori di Volo di 24 ore a partire dalle 00:00 di venerdi (21 Ottobre), siamo stati costretti, sfortunatamente, a cancellare oltre 600 voli da/per l'Italia - comunica Ryanair - Tutti i 110,000 passeggeri Ryanair interessati sono stati notificati ed informati delle loro opzioni. Ryanair si scusa sinceramente con tutti i passeggeri i cui piani di viaggio sono stati ingiustamente impattati da questo sciopero dei Controllori di Volo Italiani".

Ita Airways prevede invece la cancellazione di oltre 200 voli nazionali e internazionali. Qui l’elenco dei voli cancellati. La compagnia ha già attivato un piano straordinario per limitare i disagi: riprenotando sui primi voli disponibili il maggior numero possibile di viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni, ma solo il 20 per cento riuscirà a volare nella stessa giornata del 21 ottobre. I passeggeri che hanno acquistato un biglietto Ita per viaggiare il 21 ottobre, in caso di cancellazione o di modifica dell’orario, potranno cambiare prenotazione senza alcuna penale o chiedere il rimborso del biglietto (solo nel caso in cui il volo sia stato cancellato o abbia subito un ritardo superiore alle 5 ore) fino al 28 ottobre.

Durante gli scioperi vi sono le fasce orarie di tutela, dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 alle 21, nelle quali i voli devono essere comunque effettuati. Inoltre informazioni dettagliate sull'operatività del proprio volo possono essere richieste alla compagnia aerea di riferimento.

Fonte: Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero aerei, Ryanair ribatte: cosa succede

TrentoToday è in caricamento