Attualità

Ruggero Tita d'oro, il Trentino gioisce: "Lo aspettiamo a casa per la festa"

Dopo il successo olimpico in coppia con Caterina Banti nella vela, le istituzioni omaggiano l'atleta di Rovereto

Grande festa in Trentino per l'oro dell'atleta di casa Ruggero Tita, in coppia con Caterina Banti. È il primo oro conquistato ai giochi estivi per un atleta nato nella provincia di Trento, oltre che il primo successo di una squadra italiana mista, cioè formata da uomini e donne. Tita (timoniere) e Banti (prodiere) si sono imposti nella classe velica Nacra 17.

Nato a Rovereto il 20 marzo 1992, il timoniere Ruggero Tita abita a Civezzano ed è laureato in Ingegneria Informatica. Enfant prodige della vela, ha iniziato a otto anni con le prime regate sul Lago di Caldonazzo e quando ne aveva 13 ha conquistato il titolo di campione italiano nella classe Optimist. In tanti sui social hanno voluto ringraziare la coppia azzurra. Tra i primi anche il sindaco di Trento Franco Ianeselli: "Medaglia d'oro nella vela per il trentinissimo Ruggero Tita insieme a Caterina Banti! - esulta il sindaco - E noi trentini che amiamo l'acqua, che sia quella di mare o di lago purché sia acqua, siamo più che mai orgogliosi ed emozionati per questo risultato strepitoso".

“È un risultato straordinario" commentano il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti e l’assessore allo sport Roberto Failoni che hanno seguito la gara di Tita in televisione. "È una grande soddisfazione per tutto il Trentino e per il nostro movimento sportivo che nel 2026 vivrà il grande appuntamento delle Olimpiadi invernali. Aspettiamo Tita a Trento, insieme agli altri grandi atleti trentini per celebrare degnamente questo storico risultato".

Sulla stessa linea anche il vicepresidente del Consiglio regionale Roberto Paccher: "Complimenti a Ruggero Tita che insieme alla romana Caterina Banti ha conquistato uno storico oro nella specialità catamarani volanti Nacra 17. È da 13 anni che non si vinceva una medaglia nella vela e da 21 anni che l'Italia non conquistava il gradino più alto del podio velico. Mai un trentino aveva conquistato l'oro alle olimpiadi estive e questo risultato proietta la nostra Provincia nella storia dell sport".

Ruggero Tita è stato invitato dalla Provincia ad un momento celebrativo ufficiale che si terrà al suo ritorno in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruggero Tita d'oro, il Trentino gioisce: "Lo aspettiamo a casa per la festa"

TrentoToday è in caricamento