Brenta, sparita la targa del sentiero Umberto Bozzetto. Il figlio: "Ci può fare una cosa simile?"

Il post di Bruno Bozzetto su facebook dopo il furto di una delle targhe del sentiero dedicato al padre

La targa sparita lungo il sentiero

Giallo in quota sulle Dolomiti di Brenta dove ignoti hanno rubato una delle targhe del sentiero dedicato ad Umberto Bozzetto. A darne notizia, su facebook, è il figlio Bruno, noto illustratore milanese, che lancia un appello nella speranza, da lui descritta come "mission impossible" di reperire informazioni sulla vicenda.

La ferrata che porta a cima Zeledria fu ideata da Umberto Bozzetto, imprenditore milanese e fotografo, "grande appassionato di montagna, che adorava Madonna di Campiglio ed era presidente onorario delle Guide", ricorda il figlio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sentiero, ultimato nel 1983, porta il suo nome e la dedicazione è ricordata da quattro targhe poste lungo il percorso. Una di queste è sparita. "Oltre al grande dispiacere di una simile scoperta, non posso immaginare quale vandalo possa spingersi sin lassù per rubare targhe che hanno solo un valore simbolico e di memoria. Soprattutto per me e per la mia famiglia" conclude amaramente Bruno Bozzetto.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

  • Terribile schianto sulla tangenziale di Lavis: due feriti gravi

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento