Coronavirus, nelle Rsa 65 morti e 700 contagi sfiorati

Il maggior numero di anziani morti si registra a Pergine e Ledro

Repertorio

Dei 2574 contagi da coronavirus rilevati in Trentino al 2 aprile, 698 sono concentrati nelle Residenze sanitarie assistenziali. Di questi 290 sono confermati con tampone (+24 nelle ultime 24 ore). Dei 187 decessi per Covid avvenuti nella Provincia dall'inizio dell'emergenza, inoltre, 65 riguardano le Rsa. A comunicarlo l'Azienda sanitaria provinciale.

Il maggior numero di morti si concentra nelle case di riposo di Pergine e Ledro: in ognuno sono deceduti 16 anziani. Tra le Rsa coinvolte nell'epidemia c'è anche quella di Fondo dove si contano 14 casi. Un incremento di contagi, infine, è stato registrato nella Rsa Vannetti di Rovereto che ha visto + 22 casi.

La scorsa settimana gli infermieri delle Rsa avevano chiesto maggiore tutele denunciando di essere allo stremo sia "per carenza di personale che per penuria di dispositivi individuali di protezione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento