menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cure intermedie e Area chirurgica: via all'iter per l'attivazione presso Solatrix

La decisione della Giunta provinciale, su proposta dell'assessore alla salute Stefania Segnana

A regime l'area chirurgica nella Casa di cura Solatrix di Rovereto che potrà accogliere fino a 10 posti letto ordinari, ai quali si aggiungeranno 2 posti letto day surgery da destinare alle specialità di Ortopedia, Urologia e Chirurgia bariatrica, con annesse 5 unità di terapia intensiva post-operatoria, di cui 3 in regime di accreditamento. Per le Cure intermedie invece verrà istituito un nucleo di 16 posti letto, che derivano dalla conversione di parte degli attuali 21 posti letto Rsao accreditati.

È quanto prevede la deliberazione approvata venerdì 23 ottobre dalla Giunta provinciale di Trento, su indicazione dell'assessore alla salute Stefania Segnana, che punta a potenziare e integrare l'offerta sanitaria trentina avviando l'iter di autorizzazione e di accreditamento con Solatrix con questi settori. «Nell'ambito della disciplina chirurgica dell'Ortopedia, come anche per la Chirurgia Urologica - spiega l'assessore provinciale Stefania Segnana - abbiamo registrato la disponibilità della Casa di cura di Rovereto ad avviare percorsi chirurgici per conto del Servizio sanitario provinciale, con l'obiettivo di potenziare l'offerta per i pazienti trentini. Analogamente il potenziamento delle cure intermedie punta a presidiare le dimissioni protette e la presa in carico post ricovero, anche nell’ottica di assicurare una maggiore appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. I posti letto, sia in Chirurgia che per le cure intermedie saranno utilizzati a integrazione dell’offerta del Servizio sanitario provinciale, in base all’evoluzione della situazione epidemiologica».

Ortopedia, Urologia e Chirurgia bariatrica

Al termine dell'iter di autorizzazione e di accreditamento, verrà attivata un’Area chirurgica presso la Casa di cura Solatrix spa di Rovereto fino a 10 posti letto ordinari e 2 posti letto day surgery, da destinare alle specialità di Ortopedia (incluse chirurgia della colonna e chirurgia della mano) e Urologia, prevalentemente riconducibili a malattie e disturbi del sistema nervoso. L’Area chirurgica potrà essere destinata alla Chirurgia bariatrica e al trattamento del piede diabetico, stante la vocazione della Casa di cura Solatrix per la presa in carico di pazienti con disturbi del comportamento alimentare.
L’Area chirurgica dovrà essere completata attraverso la dotazione di 5 posti letto di terapia intensiva post-operatoria, di cui 3 in regime di accreditamento, a supporto dell’attività chirurgica e a rinforzo dell’attuazione del piano di riorganizzazione della rete ospedaliera. I 15 posti letto da accreditare dovranno derivare dalla corrispondente conversione di 15 posti letto di Area medica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Addio alla Rosetta: Levico perde una nonna speciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento