Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Verso una rivoluzione nella formazione provinciale, arrivano 10 nuovi indirizzi

La quinta commissione del Consiglio provinciale ha esaminato le ultime integrazioni al Piano di aggiornamento della formazione professionale: nuovi corsi saranno al via da settembre

Cristina Ioriatti della Provincia, ha presentato oggi nella quinta commissione del Consiglio provinciale, con il supporto di una serie di slides, il piano di aggiornamento ed integrazione del programma della formazione professionale del 2020, che deve essere integrato perché nel settembre scorso è stato approvato il nuovo repertorio delle figure professionali e per permettere l’approvazione dei nuovi piani di studio a inizio giugno consentendo così l’attivazione di nuovi percorsi a partire dal prossimo anno scolastico. L’obiettivo del Piano è quello di rinnovare e qualificare la formazione professionale. L’impatto di questa modifica riguarda i percorsi esistenti e l’inserimento di nuove figure, secondo un’attivazione progressiva che partirà nell’anno 2021-22 e che si completerà negli anni successivi.

L’offerta prevede nuovi indirizzi professionali, 10 di qualifica e uno quadriennale: a partire dall’anno formativo 21-22, tecnico di impianti di refrigerazione e condizionamento e tecnico dei prodotti tessili per la casa e dal 24-25 (a conclusione dei nuovi percorsi triennali), tecnico della produzione di bevande, tecnico di carrozzeria, tecnico della fabbricazione di parti in legno per la carpenteria e l’edilizia, tecnico dei sistemi, reti e data management, tecnico dello sviluppo di soluzioni ICT e tecnico della logistica. Quanto alle risorse a bilancio per il Programma, Ioriatti ha riepilogato che vanno dai 50 agli oltre 51 milioni per ciascuno degli formativi dal 2020-21 al 2022-23. Il lavoro compiuto per elaborare il Piano, ha notato Ioriatti, è stato molto intenso e partecipato ed è durato circa 6 mesi ed è stato molto agevolato dalla possibilità di potersi svolgere in parte online, con la creazione di gruppi di lavoro con sportelli online, con consulenze e confronti costanti: probabilmente in presenza non si sarebbe potuto raggiungere l’obiettivo in temi così rapidi, ha aggiunto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso una rivoluzione nella formazione provinciale, arrivano 10 nuovi indirizzi

TrentoToday è in caricamento