rotate-mobile
Attualità

Si torna a scuola, venerdì le prime classi in presenza

Via al rientro in aula: "Importante garantire le lezioni in presenza"

Dopo le richieste di rinvio, il dibattito e le decisioni del governo, a partire da venerdì 7 gennaio gli studenti trentini tornano a scuola. L'obiettivo della giunta è quello di garantire il più possibile le lezioni in presenza. 

"È importante che le scuole possano proseguire in presenza" sottolinea il presidente Maurizio Fugatti. La dad si attiverà solo se si verificheranno contagi all'interno delle scuole.

"Le scuole in Trentino venerdì riaprono, secondo le modalità consuete - sottolinea il presidente Fugatti -. Questo è il messaggio che vogliamo mandare alle famiglie e agli studenti trentini". A riaprire saranno tutte le scuole dell'infanzia, nonché le primarie di primo grado e le secondarie di primo e secondo grado che hanno deciso di riprendere l'iter scolastico da venerdì 7 gennaio. Le altre riapriranno la prossima settimana.

Per i più piccoli della scuola dell’infanzia, già in presenza di un caso di positività è prevista la sospensione delle attività per una durata di 10 giorni. Alle elementari, invece, con un caso di positività si attiva la sorveglianza con testing. L’attività in classe prosegue effettuando un test antigenico rapido o molecolare appena si viene a conoscenza del caso di positività (T0), test che sarà ripetuto dopo cinque giorni (T5). In presenza di due o più positivi è prevista, per la classe in cui si verificano i casi di positività, la Dad per la durata di dieci giorni.

Per la scuola secondaria di I e II grado, dunque medie, licei, istituti tecnici, professionali e tutte le scuole che rientrano nella categoria, fino a un caso di positività nella stessa classe è prevista l’autosorveglianza e con l’uso, in aula, delle mascherine FFP2. Con due casi nella stessa classe è prevista la didattica digitale integrata per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, che sono guariti da più di 120 giorni, che non hanno avuto la dose di richiamo. Per tutti gli altri, è prevista la prosecuzione delle attività in presenza con l’autosorveglianza e l’utilizzo di mascherine FFP2 in classe. Con tre casi nella stessa classe è prevista la Dad per dieci giorni.

In contemporanea con la riapertura delle scuole è stata attivata anche una tre giorni di vaccinazioni dedicate ai bambini nati dal 2010 al 2016: nel punto di somministrazione di Lavis allestito all’interno del centro della Protezione civile, sono state organizzata due sedute per effettuare le prime dosi: il giorno dell’Epifania dalle ore 13 alle ore 19 e nella giornata di sabato 8 gennaio dalle 9 alle 19. Le vaccinazioni pediatriche sono in programma anche a Cavalese sabato 8 gennaio dalle 14.30 alle 18.30, a Pergine venerdì 7 gennaio dalle 9 alle 12 e a Rovereto venerdì 7 gennaio dalle 14 alle 18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si torna a scuola, venerdì le prime classi in presenza

TrentoToday è in caricamento