rotate-mobile
Attualità Centro storico / Via Torre Vanga

Rissa alla Portèla: moto buttate a terra

Una fila di moto e scooter rovesciate a terra dai contendenti, testimone della lite anche il consigliere comunale Alberto Pattini

Momenti concitati nel tardo pomeriggio di martedì 28 maggio nel quartiere della Portela, teatro di una delle liti che puntualmente si scatenano tra le tante persone nullafacenti presenti nel quartire, luogo di spaccio e microcriminalità.

Questa volta la rissa è avvenuta, dunque, in pieno giorno. Sotto gli occhi di tanti passanti. Tra i testimoni c'era anche il consigliere comunale del Patt Alberto Parttini, che ha documentato gli effetti della rissa sulle moto parcheggiate vicino a Torre Vanga, ribaltate a terra.

La situazione è tornata alla normalità solo con l'intervento delle forze dell'ordine: polizia e carabinieri, che pattugliano costantemente la zona, avrebbero portato in Questura cinque persone. 

Portèla: la Lega dà un ultimatum ad Andreatta

Sull'episodio insorge la Lega che chiede ad Andreatta di applicare il DASPO per i cinque portati in Questura. "Nel contesto del quartiere permane lo spaccio in piena vista tra le vie attorno a piazza della Portela, portando all’esasperazione residenti ed esercenti per le intimidazioni ed il rischio a cui sono sottoposti quotidianamente - si legge in un comunicato dei consiglieri comunali del Carroccio - Dalla parte delle istituzioni il Sindaco non utilizza i suoi ampi poteri di ordinanza per provare a contenere questi episodi, inclusa l’applicazione del DASPO urbano e in merito a questo i consiglieri comunali della Lega presenteranno immediata interrogazione di cui chiederanno risposta in aula".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa alla Portèla: moto buttate a terra

TrentoToday è in caricamento