menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo l'emergenza riprendono i vaccini: per garantire le distanze anche in scuole e palestre

Dopo lo stop per l'emergenza covid riprendono le vaccinazioni in Trentino

Dopo lo stop per l'emergenza coronavirus riprendono i vaccini in Trentino: da fine marzo erano state sospese le vaccinazioni dei bambini, tranne quelle dei bambini dal terzo mese fino ai due anni di età, degli adolescenti e degli adulti tranne quelle per le donne nel corso del terzo trimestre di gravidanza e per i pazienti ad alto rischio quali ad esempio gli immunodepressi.

Ora si riprende con i richiami del sesto anno di vita – cioè contro difterite, pertosse, tetano, polio, morbillo, parotite, rosolia, varicella – la vaccinazione anti papilloma virus per i ragazzi e ragazze nel dodicesimo anno di vita e i richiami contro tetano, pertosse, difterite, polio, meningite ACWY nel quindicesimo anno di vita nonché con le vaccinazioni degli adulti contro encefalite da zecca e, per i sessantacinquenni, herpes zoster e pneumococco.

Le vaccinazioni sono effettuate ad Arco, Borgo Valsugana, Cavalese, Mezzolombardo, Rovereto, Pergine Valsugana, Pozza di Fassa, Primiero-Tonadico, Tione, Trento e si prevede di concludere i richiami entro la fine di agosto. In particolare per quanto riguarda il capoluogo le vaccinazioni, che sono effettuate nella palestra dell’Istituto tecnico tecnologico Buonarroti, si concluderanno il 24 agosto. Per mantenere le distanze sono stati oranizzati spazi in locali idonei grazie alla collaborazione con scuole, Comuni, Comprensori, Protezione civile del Trentino, Vigili del fuoco volontari, Associazione nazionale Carabinieri, Associazione Alpini e Nu.Vo.La. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento