Sport, rimborsi visite per attività agonistica

La misura prevista riguarda i minori e le persone con disabilità che si rivolgono alle strutture private.

C'è tempo fino al 30 novembre per richiedere il rimborso della visita sportiva per attività agonistica. La misura riguarda i minori di 18 anni e le persone con disabilità che si rivolgono a strutture o specialisti privati. Il Servizio sanitario nazionale rimborserà le visite effettuate dal 1° settembre al 30 novembre 2020 per un limite massimo di 50 euro.

Non sono rimborsabili le visite effettuate nelle strutture sanitarie accreditate per la medicina sportive, così come quelle in libera professione intramoenia in ambulatori del Servizio sanitario nazionale. Il limite massimo rimborsabile è da intendersi per la valutazione medico sportiva completa dei relativi accertamenti diagnostici e strumentali previsti dalla normativa e dai protocolli.

La domanda può essere presentata via e-mail al Servizio amministrazione territoriale di riferimento presentando il modulo compilato (reperibile sul sito della Provincia), le copie di certificazione visita medico sportiva, documentazione fiscale quietanzata e documento di identità. Per poter richiedere il rimborso, non devono essere trascorsi più di sei mesi dalla data della visita. La consegna può essere fatta anche sportello, previa appuntamento. 

Tutte le informazioni sono reperibili sul sito della Provincia autonoma di Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

Torna su
TrentoToday è in caricamento