rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Montagna

Rifugi trentini, in 54 sperano di gestire le strutture della Sat

Per i rifugi Monte Calino “San Pietro” e Bindesi “Pino Prati” sono arrivate rispettivamente 30 e 24 candidature

Si sono chiusi i termini di presentazione per la richiesta di gestione dei rifugi Monte Calino “San Pietro” e Bindesi “Pino Prati”. Per il primo, nel Comune di Tenno, si sono candidati in 30. Per il secondo, invece, sopra Trento, sono 24 gli aspiranti rifugisti.

Il bando era stato pubblicato a febbraio dalla Società degli alpinisti tridentini (Sat). Tra i requisiti richiesti c’erano la conoscenza del territorio, delle vie di accesso al rifugio e la capacità di intervenire in caso necessità di primo soccorso.

Cambia vita, gestisci un rifugio: come fare domanda

Il rifugio Bindesi Pino Prati, poco sopra l’abitato di Villazzano, si trova a 611 metri di altitudine. Conosciuto perché vicino alle formazioni rocciose che hanno tenuto a battesimo tanti alpinisti trentini (Pino Prati era appunto un alpinista), risale al 1956. Sul monte Callino, a 974 metri di altezza, si trova invece il San Pietro, inaugurato nel 1931 e adiacente a una antica chiesetta del 1683.

Ora spetterà a un’apposita commissione istituita dalla Sat individuare i due futuri gestori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifugi trentini, in 54 sperano di gestire le strutture della Sat

TrentoToday è in caricamento