Sabato, 23 Ottobre 2021
Attualità

Domenica 26 il referendum sul biodistretto: ecco tutte le informazioni per votare

Si vota in tutti i comuni della provincia: urne aperte dalle 6 alle 22

Domenica 26 settembre si vota in Trentino per il referentum sul biodistretto. Gli elettori della provincia sono chiamati a esprimersi con un sì o con un no sul referendum propositivo, promosso da circa trenta associazioni e sottoscritto da 13.983 persone, che propone di rendere tutto il territorio agricolo del Trentino un distretto biologico.

Le urne, aperte dalle 6 alle 22, saranno disponibili per il referendum in ogni Comune della provincia. Potranno votare tutti i maggiorenni residenti in Trentino da almeno un anno, portando con sé un documento d’identità e la tessera elettorale. Il referendum sarà valido se voterà almeno il 40% degli aventi diritto.

Il quesito, validato da una apposita commissione nel dicembre 2019, è il seguente:

“Volete che, al fine di tutelare la salute, l’ambiente e la biodiversità, la Provincia Autonoma di Trento disciplini l’istituzione su tutto il territorio agricolo provinciale di un distretto biologico, adottando iniziative legislative e provvedimenti amministrativi – nel rispetto delle competenze nazionali ed europee – finalizzati a promuovere la coltivazione, l’allevamento, la trasformazione, la preparazione alimentare e agroindustriale dei prodotti agricoli prevalentemente con i metodi biologici, ai sensi dell’articolo 13 del decreto legislativo 228/2001, e compatibilmente con i distretti biologici esistenti?”

La comunità Laudato Si' a favore del referendum

Tra le tante realtà che si sono espresse a favore del sì al referendum, anche la comunità Laudato Si’ del Trentino, nata all’interno dell’Area Testimonianza della Diocesi.

"Sproniamo la comunità trentina - si legge in una nota - ad aderire alla proposta che si muove in un’ottica di maggior attenzione nei confronti del creato e di una agricoltura più attenta e sostenibile".

"In questa prospettiva - conclude la comunità - pensiamo che l’idea di un biodistretto si inserisca in un’ottica di sviluppo sostenibile e integrale che non possa che fare del bene al nostro territorio, da sempre vocato all’agricoltura e all’allevamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica 26 il referendum sul biodistretto: ecco tutte le informazioni per votare

TrentoToday è in caricamento