Reddito di emergenza fino a 800 euro: tutti i requisiti, quando e come fare domanda

La domanda andrà presentata entro la fine di giugno. Il reddito di emergenza è destinato a quelle fasce della popolazione che hanno bisogno di una maggiore protezione

Repertorio

Reddito di emergenza: tutto confermato. È infatti in arrivo il nuovo sostegno economico, Rem, pensato per sostenere le famiglie che stanno affrontando con più difficoltà di tutte l'emergenza coronavirus. Verrà erogato dall'Inps in due quote ciascuna pari all'ammontare di 400 euro a chi ha un valore dell'Isee inferiore a 15mila euro. 

Il reddito di emergenza è destinato a quelle fasce della popolazione che hanno bisogno di una maggiore protezione. Il Rem non è compatibile con la presenza nel nucleo familiare di componenti che siano, al momento della domanda, titolari di pensione diretta o indiretta ad eccezione dell'assegno ordinario di invalidità; titolari di un rapporto di lavoro dipendente la cui retribuzione lorda sia superiore ad una determinata soglia; percettori di reddito di cittadinanza ovvero di misure aventi finalità analoghe. Le domande per il Rem dovranno essere presentate entro il termine del mese di giugno 2020.

Il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo conferma: "Con il reddito di emergenza aiuteremo concretamente chi oggi è senza sostegno e non riesce a mettere il cibo a tavola per sé e per i propri figli, arriva fino a 840 euro per i nuclei che hanno al loro interno parenti disabili o non autosufficienti".

Reddito di emergenza: a chi spetta e a chi no

Il reddito d'emergenza è riconosciuto ai nuclei familiari in possesso cumulativamente, al momento della domanda, dei seguenti requisiti: "Residenza in Italia, verificata con riferimento al componente richiedente il beneficio un valore del reddito familiare, nel mese di aprile 2020, inferiore ad una soglia pari all’ammontare di cui al comma 5 un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2019 inferiore a una soglia di euro 10.000, accresciuta di euro 5.000 per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di euro 20.000, il massimale è incrementato di 5.000 euro in caso di presenza nel nucleo familiare di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza come definite ai fini dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee), di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159 un valore dell’Isee inferiore ad euro 15.000.3. Il Rem non è compatibile con la presenza nel nucleo familiare di componenti che percepiscono o hanno percepito altre indennità".

Rem, come fare domanda e come viene erogato

Il reddito di emergenza è riconosciuto ed erogato dall’Inps previa richiesta tramite modello di domanda che sarà predisposto dall’Inps, presentato secondo le modalità stabilite dall’Istituto (da tenere d'occhio quindi il sito dell'Inps nelle prossime settimane). Nel caso in cui in esito a verifiche e controlli emerga il mancato possesso dei requisiti, il reddito di emergenza è immediatamente revocato, ferma restando la restituzione di quanto indebitamente percepito e tutte le sanzioni (severe) previste. La domanda per il Rem andrà presentata entro la fine di giugno: 45 giorni di tempo quindi complessivi per perfezionare un sostegno importante per chi è in grossa difficoltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Trento, spacciatore sfida la polizia: «Sapete che sono uno spacciatore, ma oggi con me non lavorate». Arrestato in piazza

Torna su
TrentoToday è in caricamento