Valsugana verso il "raddoppio": nuova strada per il traffico pesante

Opera ritenuta fondamentale dalla Giunta: stanziati 61 milioni di euro

Una "nuova" Valsugana per smaltire il traffico pesante verso il Veneto: prosegue l'iter verso il "raddoppio" della statale 47 tra Castelnuovo e Grigno. Un tratto perennemente trafficato e purtroppo teatro di incidenti talvolta mortali. "E’ un’opera prioritaria alla quale abbiamo destinato 61 dei 203 milioni previsti dal nuovo Documento di programmazione settoriale", così il presidente dela Provincia Maurizio Fugatti ha presentato ai sindaci dei comuni interessati gli esiti della fase di pubblica concertazione.

Al momento l'ipotesi più accreditata non è quella di una strada a quattro corsie,  pensata in precedenza, ma di una nuova strada a due corsie da affiancare all'esistente. La nuova strada verrà utilizzata per il cosiddetto "traffico di attraversamento" ovvero tutti quei veicoli, per la maggior parte mezzi pesanti, che viaggiano tra Trentino e Veneto senza fermarsi nei paesi. La "vecchia" strada rimarrà come collegamento tra i comuni di Ospedaletto, Castel Ivano, Grigno, Castelnuovo e Scurelle.

"E' La soluzione ritenuta maggiormente compatibile con l’attuale contesto e finanziariamente sostenibile - ha spiegato Fugatti - inoltre, non pregiudica potenziamenti futuri relativamente all’evoluzione della domanda di traffico. Vista l’importanza e l’urgenza di questo intervento abbiamo inserito l’opera fra quelle per cui sono previsti dei meccanismi che ci permettano di semplificare e velocizzare il processo di realizzazione, oltre che la presenza di un “facilitatore” che seguirà tutto l’iter. Ora partirà la fase di progettazione che richiederà all'incirca un anno e mezzo".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • Proverbi trentini di gennaio: tra viole, lucertole, neve e santi

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento