Coronavirus e solidarietà: la Fondazione Fontana raccoglie fondi per il Kenya

Martinelli, direttore della Fondazione Fontana: "Non possiamo dimenticare le persone che vivono in Paesi meno attrezzati del nostro per affrontare la pandemia"

L'emergenza coronavirus ha messo in moto la solidarietà dei trentini, lo abbiamo visto con la raccolta fondi a favore dell'Azienda Sanitaria provinciale, ma la pandemia è mondiale ed in molti Paesi, con sistemi sanitari ed economici fragili, le conseguenze possono essere disastrose. E’ per questo che Fondazione Fontana Onlus, che da sempre si occupa di fragilità in Kenya, ha deciso di avviare una raccolta fondi per aiutare le popolazioni che stanno affrontando il contagio, senza il supporto di strutture in grado di curare adeguatamente la malattia, come al contrario avviene nel resto del mondo.

“Le conseguenze di questa pandemia su molti nostri concittadini sono drammatiche e a loro va giustamente la nostra solidarietà. Nello stesso tempo non possiamo dimenticare che per molte persone che vivono in paesi meno attrezzati del nostro, lockdown vuol dire rischiare di morire di fame - afferma Pierino Martinelli, direttore di Fondazione Fontana - E' nella solidarietà che si misura il grado di civiltà di un paese civile. Non è facile volgere lo sguardo alle popolazioni più povere quando tutte le economie moderne stanno ancora combattendo la loro battaglia contro il Coronavirus e mentre si profila nel prossimo futuro una crisi economica senza precedenti. Eppure è proprio in momenti come questi che tendere una mano consolida le relazioni e rapporti con i popoli che stanno affrontando gli stessi problemi con le difficoltà legate al mancato sviluppo della ricerca scientifica, con l’aggravante della povertà e l’assenza di comunicazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’epidemia di Covid 19 sta creando In Kenya un’emergenza sanitaria ed alimentare perché alla limitata disponibilità di acqua pulita si aggiunge la difficoltà di reperimento di saponi, disinfettanti e mascherine. Inoltre molte famiglie vivono di piccoli commerci e lavori a giornata che le restrizioni causate dall’epidemia di Covid-19 hanno diminuito drasticamente o bloccato del tutto. Il Saint Martin CSA, L’Arche Kenya e Talitha Kum si stanno mobilitando per aiutare 230 famiglie che vivono situazioni di particolare necessità. L’iniziativa prende il nome di “Tuko Pamoja” – Siamo insieme. Per contribuire basta andare sul sito fondazionefontana.org. Con i vari interventi economici si possono acquistare un kit sanitario da 15 euro, 30 euro di medicinali essenziali, 50 euro per il sostegno alimentare, 100 euro per il sostegno all’attività agricola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti e bar, no al divieto di circolazione

  • Bollettino coronavirus in Trentino: altri 3 morti, la Provincia annuncia nuovi provvedimenti

  • Bollettino coronavirus: un altro decesso in Trentino, +104 casi positivi e 122 classi in quarantena

  • Fugatti: "Ristoranti aperti fino alle 22 ed i bar fino alle 20"

  • Tenna, incidente mortale in tarda serata: la vittima è Luca Maurina

  • Coronavirus e Dpcm: una via trentina per scuola e ristorazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento