Attualità

Coronavirus, dodici cinesi in quarantena alle ex caserme di Garniga Terme

Si tratta di un isolamento volontario e fiduciario che durerà 14 giorni: nessuno presenta sintomi

Persone in quarantena per il Coronavirus

Dodici cinesi di rientro dal loro Paese hanno deciso di sottoporsi a una quarantena volontaria in via precauzionale nei confronti del coronavirus. Tutti verranno ospitati nelle  ex caserme di Garniga Terme.

Nessuna delle persone presenta sintomi del virus: si tratta appunto di un isolamento preventivo e deciso dalle stesse persone che vi si sottopongono. "Il luogo delle ex caserme - si legge in una nota della Provincia - è stato ritenuto più idoneo dalle autorità sanitarie provinciali per accogliere chi si sottopone alla quarantena fiduciaria, che dura 14 giorni".

Nel frattempo è finito l'isolamento volontario dei ricercatori cinesi ospiti della struttura di Sardagna: tutti sono tornati a casa. Le ex caserme di Garniga sono gestite dalla Protezione civile trentina. Attualmente, una ventina di stanze sono a disposizione delle persone in isolamento fiduciario. "Presso la struttura - precisa la Pat - è previsto un presidio della Cri che, come in Sardagna, darà assistenza alle persone presenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, dodici cinesi in quarantena alle ex caserme di Garniga Terme

TrentoToday è in caricamento