Coronavirus, dodici cinesi in quarantena alle ex caserme di Garniga Terme

Si tratta di un isolamento volontario e fiduciario che durerà 14 giorni: nessuno presenta sintomi

Persone in quarantena per il Coronavirus

Dodici cinesi di rientro dal loro Paese hanno deciso di sottoporsi a una quarantena volontaria in via precauzionale nei confronti del coronavirus. Tutti verranno ospitati nelle  ex caserme di Garniga Terme.

Nessuna delle persone presenta sintomi del virus: si tratta appunto di un isolamento preventivo e deciso dalle stesse persone che vi si sottopongono. "Il luogo delle ex caserme - si legge in una nota della Provincia - è stato ritenuto più idoneo dalle autorità sanitarie provinciali per accogliere chi si sottopone alla quarantena fiduciaria, che dura 14 giorni".

Nel frattempo è finito l'isolamento volontario dei ricercatori cinesi ospiti della struttura di Sardagna: tutti sono tornati a casa. Le ex caserme di Garniga sono gestite dalla Protezione civile trentina. Attualmente, una ventina di stanze sono a disposizione delle persone in isolamento fiduciario. "Presso la struttura - precisa la Pat - è previsto un presidio della Cri che, come in Sardagna, darà assistenza alle persone presenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

Torna su
TrentoToday è in caricamento