Lunedì, 15 Luglio 2024
Salute

Qualità dell'aria, l'Appa registra tre nuovi sforamenti

Nei primi 20 giorni di febbraio le centraline hanno registrato valori sopra il limite consentito a Riva del Garda (2 giorni) e Borgo Valsugana (1 giorno)

Sono tre gli sforamenti del limite giornaliero per le Pm10 registrate dall'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente (Appa) dal 1° al 19 febbraio. Due casi a Riva del Garda e uno a Borgo Valsugana. 

Domeniche antismog, il 20 febbraio si riparte

Il limite di legge per la media giornaliera delle Pm10 (la componente solida e liquida dell’inquinamento atmosferico con diametro inferiore a 10 micron) è di 50 µg/mc (ovvero microgrammi per metro cubo). Ma l'11 febbraio Riva e Borgo hanno registrato rispettivamente una media giornaliera di 64 e 54 µg/mc. Il terzo sforamento, seppur minimo, riguarda sempre Riva: 50,4 µg/mc il 6 febbraio.

Smog in città, Trento una delle più inquinate per biossido di azoto

Se si considerasse tuttavia il valore massimo raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) al fine di proteggere la salute dei cittadini e pari a 45 µg/mc, si registrerebbero altri tre sforamenti: di nuovo Riva del Garda e Borgo Valsugana (entrambi il 10 febbraio) e Trento al parco santa Chiara (il 19 febbraio).

La qualità dell'aria a gennaio 

Per descrivere in maniera sintetica i livelli di inquinamento atmosferico in un luogo in un determinato periodo si utilizza l'Air quality index (Aqi), un indice con cinque classi: buono, discreto, moderato (se i valori rispettano tutti i limiti di legge), scadente e pessimo (se i limiti sono sforati per almeno un inquinante in almeno una stazione di rilevamento).

A gennaio 2022 le centraline dell'Appa hanno evidenziato in Trentino uno stato di qualità dell’aria scadente. Come spiegano dall'Agenzia, il mese è stato infatti "caratterizzato da concentrazioni degli inquinanti Pm10 e NO2 (biossido di azoto) tipiche dei mesi invernali, con condizioni meteorologiche favorevoli al ristagno degli inquinanti emessi alternate a episodi di vento che hanno invece favorito la dispersione delle sostanze accumulate in precedenza".

Concentrazioni di Pm10 in Trentino a gennaio 2022 (Appa)-2

Le concentrazioni di polveri sottili Pm10 sono aumentate nel corso dell’ultima settimana del mese di gennaio, raggiungendo in tutte le stazioni poste all’interno dei centri abitati valori prossimi al limite di 50 µg/mc. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità dell'aria, l'Appa registra tre nuovi sforamenti
TrentoToday è in caricamento