Clienti non rispettano la distanza minima, arrivano i carabinieri: pub chiuso per tre giorni

E' successo in un pub della Val di Non, la prossima volta la chiusura potrebbe essere di 30 giorni

Tavolo "affollato" in un pub della Val di Non: tanto è bastato per far scattare la sanzione ai titolari e la chiusura per tre giorni. Proprio in quel momento, infatti, i carabinieri stavano effettuando un controllo all'interno del locale e si sono accorti che i clienti accomodati in uno dei tavoli non rispettavano la distanza di sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La responsabilità, però, è ricaduta sui gestori, che hanno il compito di segnalare le distanze da mantenere e vigilare sull'orservanza delle norme da parte della clientela. A darne notizia è lo stesso locale, sulla pagina Facebook, rivolgendo un appello ai clienti: "Godiamoci le nostre serate rispettando la distanza minima richiesta, se succederà nuovamente potrebbe arrivare una multa doppia e la chiusura per un mese" 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali, Rovereto verso il ballottaggio

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni comunali a Riva del Garda

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento