Attualità

Protezione civile trentina, Zeni (Pd): "La priorità è l'Ucraina non il concerto di Vasco"

Prosegue l'allestimento dell'area San Vincenzo a Mattarello per l'evento del 20 maggio, mentre della realizzazione del campo profughi in Moldavia non si sa ancora nulla

"Davanti al quotidiano acutizzarsi della guerra in Ucraina e agli appelli per i profughi e per la popolazione rimasta in patria, è urgente garantire aiuti e supporti ai profughi in fuga dalla guerra, come chiede anche chi è arrivato in Trentino in queste ore. Il nucleo della protezione civile che, come la Giunta ha annunciato ormai da molti giorni, dovrebbe allestire un campo di accoglienza per i profughi in Moldavia è già pronto e attrezzato, ma rimane fermo in Trentino". 

In questi giorni la protezione civile trentina è occupata invece nell’allestimento dell’area di san Vincenzo in vista del concerto di Vasco Rossi del 20 maggio. Una situazione di cui il consigliere provinciale del Pd Luca Zeni chiede ora conto alla Giunta guidata da Maurizio Fugatti.

"Di fronte a una situazione di guerra e di emergenza umanitaria - afferma Zeni - riteniamo debba essere considerato prioritario l’invio sui territori vicini all’Ucraina della nostra protezione civile, che vanta un’esperienza e una logistica assolutamente d’avanguardia e che si è dichiarata pronta a intervenire".

"Non comprendendo le ragioni di tale ritardo - conclude il consigliere dem -. Ci appelliamo alla Giunta provinciale affinché adotti subito le procedure che consentano l’immediata partenza di persone e mezzi, oltre a favorire ogni altra iniziativa destinata a recare sollievo alle sofferenze di bambini, donne e anziani in fuga dalle bombe russe".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione civile trentina, Zeni (Pd): "La priorità è l'Ucraina non il concerto di Vasco"
TrentoToday è in caricamento