rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Solidarietà

In Trentino accolti 1.580 profughi ucraini, il 47% ha meno di 18 anni

La maggior parte dei profughi si trova in Val d’Adige, seguita da Vallagarina, Alta Valsugana e Bersntol e Alto Garda e Ledro. Nelle prossime settimane arrivi in aumento

Il Trentino continua a fare la sua parte per il sostegno alla popolazione Ucraina. Non solo con la missione in Moldavia ma anche sul fronte dell’accoglienza sul territorio, in collaborazione con le altre Regioni e Province autonome e in coordinamento con le istituzioni centrali e il dipartimento nazionale della protezione civile. Lo ha sottolineato l’assessora provinciale alla Salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, che giovedì 24 marzo ha partecipato al vertice convocato dal governo sul tema.

Durante la videoconferenza, alla presenza dei ministri Mariastella Gelmini (Affari regionali e autonomie), Roberto Speranza (Salute), Enzo Bianchi (Istruzione), Luciana Lamorgese (Interni), presenti anche il capo della protezione civile nazionale Fabrizio Curcio e il prefetto Ferrandino, è stato fatto il punto sull’accoglienza a livello nazionale e locale.

La previsione è quella di un aumento esponenziale degli arrivi dei profughi di guerra. I numeri per il Trentino vedono la maggior parte dei profughi accolti nel territorio della Val d’Adige, seguita da Vallagarina, Alta Valsugana e Bersntol e Alto Garda e Ledro. Tra i maggiorenni arrivati in Trentino dall’Ucraina l'88% è di genere femminile. Su circa 1.580 profughi in Trentino, il 47% ha meno di 18 anni. Nel dettaglio, 578 hanno meno di 13 anni e 170 tra 14 e 18.

I dati sono in linea con le altre realtà regionali. Nelle prossime settimane sarà necessario investire di più sulla mediazione linguistica e in particolare sull’integrazione scolastica. C'è infine il problema dei minori non accompagnati: l'obiettivo è evitare ulteriori dispersioni e puntare dunque su sistemi di accoglienza comunitaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Trentino accolti 1.580 profughi ucraini, il 47% ha meno di 18 anni

TrentoToday è in caricamento