rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità Villa Lagarina

Gas, prezzi alle stelle: il gruppo Pro-Gest sospende la produzione anche a Villa Lagarina

Sospensione temporanea delle attività in cui sono impiegati 400 dipendenti e cassa integrazione se i prezzi non scenderanno

Sospesa la produzione di sei cartiere a causa dell'aumento dei prezzi del gas, è quanto deciso a inizio marzo da Pro-Gest, uno dei gruppi industriali più importanti in Italia. Una di queste si trova in Trentino, a Villa Lagarina. Come riporta TrevisoToday, la rapida escalation delle quotazioni del metano, ora ai massimi storici, ha costretto Pro-Gest a interrompere temporaneamente la produzione di tutte le macchine continue di carte per ondulatore e tissue. Cartiere ferme negli stabilimenti dunque a: Villa Lagarina, Camposampiero (Padova), Mesola (Ferrara), Tolentino (Macerata), Mantova e Capannari (Lucca).

Accanto ai rincari energetici, la situazione dei prezzi delle materie prime, ancora in crescita, e l’aumento del costo dei trasporti impediscono infatti di mantenere il costo della produzione entro i limiti consentiti dal mantenimento dell’equilibrio finanziario complessivo. Si tratta diuna decisione presa con enorme rammarico dal gruppo di proprietà della famiglia Zago, in queste ore totalmente impegnata a cercare una soluzione nel minor tempo possibile e salvaguardare la solidità e stabilità del Gruppo, per questo costretta a una decisione immediata con grande senso di realismo. La carta, venduta a circa 680 euro a tonnellata, richiede oggi infatti circa 750 euro di soli costi energetici, al netto degli importanti investimenti effettuati dal Gruppo negli ultimi anni che consentono a Pro-Gest di avere un parco macchine all’avanguardia e stabilimenti allo stato dell’arte.

Il commento

"È un momento di straordinaria e drammatica criticità che vogliamo superare quanto prima. Stiamo monitorando da vicino la situazione della guerra e siamo profondamente addolorati per il popolo ucraino, auspicando una soluzione immediata del conflitto armato. Anche a causa di queste gravi tensioni, il prezzo del gas naturale oggi è di oltre dieci volte superiore rispetto a dodici mesi fa ed è triplicato in poco più di una settimana. Ci auguriamo sinceramente di poter riprendere la produzione non appena le condizioni lo consentiranno e chiediamo alle istituzioni di intervenire per salvaguardare interi comparti produttivi, messi oggi fuori mercato da un aumento incontrollato dei costi" conclude Francesco Zago, AD del Gruppo Pro-Gest. Per il momento nessuna sospensione riguarderà invece gli impianti del Gruppo destinati alla produzione degli imballaggi.

Fonte: TrevisoToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gas, prezzi alle stelle: il gruppo Pro-Gest sospende la produzione anche a Villa Lagarina

TrentoToday è in caricamento