rotate-mobile
Cronaca / Arco

Precipita dalla falesia Policromuro, climber elitrasportato al Santa Chiara

La chiamata al numero unico per le emergenze è arrivata intorno alle 11.20. Un'ora prima il soccorso alpino era intervenuto a Nago Torbole per il malore di un escursionista

Mattinata di interventi per il soccorso alpino e speleologico provinciale di Trento in zona lago di Garda. Mercoledì 16 marzo un climber e un escursionista sono stati elitrasportati d'urgenza al Santa Chiara di Trento.

Climber precipita dalla falesia Policromuro

Un climber del 1962 di Arco è stato elitrasportato d'urgenza all'ospedale Santa Chiara di Trento per i possibili politraumi riportati dopo essere precipitato per circa 5 metri dalla falesia Policromuro, settore Abisso, a Massone di Arco, finendo a terra alla base della parete.

All'origine dell'incidente, un probabile errore nel fare sicura in fase di discesa. La chiamata al numero unico per le emergenze 112 è arrivata intorno alle 11.20 di mercoledì 16 marzo.

Il tecnico di centrale del soccorso alpino e speleologico, con il coordinatore dell'area operativa Trentino meridionale, ha chiesto l'intervento dell'elicottero, mentre sul posto si portavano anche gli operatori della stazione di Riva del Garda. Il tecnico di elisoccorso con l'equipe medica sono stati verricellati sul posto per prestare le prime cure sanitarie all'uomo, rimasto sempre cosciente.

Una volta stabilizzato e imbarellato, l'infortunato è stato trasportato dai soccorritori all'ambulanza e da lì fino all'elicottero che, nel frattempo, era atterrato a Massone di Arco. 

Escursionista soccorso sul sentiero 637

Un'ora prima, verso le 10.10, il numero unico per le emergenze era stato allertato per un escursionista veneto di 65 anni che ha accusato un malore mentre si trovava sul sentiero 637 che da Nago Torbole porta a malga Fiavei. L'uomo è stato soccorso dall'equipaggio dell'elicottero di Trentino emergenza.

Dopo essere stato stabilizzato e imbarellato, è stato verricellato a bordo dell'elicottero e trasferito d'urgenza all'ospedale Santa Chiara di Trento. Non è stato necessario l'intervento degli operatori della Stazione di Riva del Garda del soccorso alpino, pronti in piazzola per dare eventuale supporto all'equipaggio dell'elisoccorso.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precipita dalla falesia Policromuro, climber elitrasportato al Santa Chiara

TrentoToday è in caricamento