rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Mondo

Raggiunta (e superata) la soglia di 8 miliardi di persone al mondo

Nazioni Unite: "Graduale aumento dell'aspettativa di vita, grazie ai progressi della sanità pubblica, nutrizione, igiene personale e medicina"

Secondo quanto riferito dal dipartimento per gli affari economici e sociali delle Nazioni Unite, a metà novembre, il numero di persone sulla Terra ha raggiunto gli 8 miliardi. Il 15 novembre è la data in cui questo traguardo è stato superato. Nei dati rilasciati dalle Nazioni Unite sull'andamento della popolazione mondiale, tuttavia, si sottolinea come il tasso di crescita attuale sia il più basso dal 1950: nel 2020 è stato, infatti, inferiore all'1%. Le ultime proiezioni parlano di una crescita fino a 8,5 miliardi di persone nel 2030.

Il raggiungimento del traguardo degli 8 miliardi di umani sulla Terra "è un'occasione per celebrare le nostre diversità nel riconoscimento di essere un'unica umanità - ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres in occasione del World population day di quest'anno -. Meravigliamoci per gli sviluppi nel campo della medicina, che hanno aumentato l'aspettativa di vita e ridotto nettamente la mortalità infantile".

La popolazione mondiale nei dati delle Nazioni Unite
La popolazione mondiale nei dati delle Nazioni Unite

La popolazione dovrebbe poi raggiungere circa i 9,7 miliardi intorno al 2050, prima di incontrare un picco vicino ai 10,4 miliardi di esseri umani nel decennio degli anni '80 e rimanere a quel livello fino alla fine del secolo. Guardando alla popolazione per classi di età, si evince come la percentuale di persone over 65 sia prevista in aumento dal 10% del 2022 fino al 16% nel 2050. In quel momento il totale delle persone con più di 65 anni sarà il doppio dei bambini con meno i 5 anni di età.

La popolazione mondiale per fasce di età
La popolazione mondiale per fasce di età

I dati disponibili sul sito delle Nazioni Unite mostrano, inoltre, come la lotta alla mortalità infantile abbia segnato notevoli successi negli ultimi decenni: se nel 1950 ogni mille bambini nati 220 morivano prima dei cinque anni, nel 2025 saranno meno di 40 ogni mille, per scendere sotto quota 20 entro la fine del secolo. Anche i dati sull'aspettativa di vita hanno registrato consistenti miglioramenti: se nel 1950 non si raggiungevano i 47 anni, prima della pandemia di Covid-19 il dato era vicino ai 73 anni. Entro la fine del secolo le stime parlano di un'aspettativa di vita intorno agli 82 anni.

Dai dati dell'Onu emerge, inoltre, come il tasso di fertilità sia in costante diminuzione da decenni: se negli '50 del Novecento il dato era intorno alle 5 nascite per donna, nel 1975 si è scesi sotto al 4. Attualmente nascono meno di 2,5 bambini per ogni donna, e la cifra è destinata a scendere sotto quota 2 entro la fine del secolo. 

Fonte: Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raggiunta (e superata) la soglia di 8 miliardi di persone al mondo

TrentoToday è in caricamento