rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Concorso 2023 / Valsugana

Il gatto più bello del mondo è Poldo e vive in Valsugana

L'esemplare di Norvegese delle Foreste ha battuto la reginetta in carica, Ginette all’esposizione internazionale felina di Padova Enfi di quest'anno

Dalla Valsugana Poldo conquista il mondo. Lo sguardo intenso, il portamento fiero e il candido e morido mantello bianco che lo avvolge. Sono i tre dettagli che spiccano di Eryn Galen Forlindon, conosciuto come Poldo, incoronato quale "gatto più bello del mondo" nell'edizione 2023 dell'Esposizione internazionale felina tenutasi a gennaio, a Padova. Il meraviglioso Norvegese delle Foreste di due anni e mezzo ha conquistato la giuria internazionale, battendo per un soffio la reginetta in carica Ginette, classificatasi seconda.

Nato e cresciuto in Trentino Alto Adige, in Valsugana per l'esattezza, Poldo è un gatto di grandi dimensioni, oggi pesa 8 chili e la sua crescita non è ancora terminata. Ha un carattere è mite e affettuoso. "È un mammo - afferma Giulia Dalle Fratte che con orgoglio parla del suo gatto -, gioca con i suoi cuccioli, li lava, se potesse li allatterebbe. Nonostante la sua giovane età è già stato campione del mondo a novembre a Malta e poi in Svizzera. Con questo ultimo riconoscimento ha vinto tutti i titoli possibili".

Numerose le coppe consegnate nella serata di domenica 15 gennaio, al termine della due giorni felina targata Enfi. Differenti le categorie premiate, a partire dal miglior gatto neutro, la Kurilian Bobtail Duniasha (Lecco), un felino particolare per la sua coda a pon-pon. Tra i cuccioli il ‘best of the best’ è stato assegnato al Ragdoll Cashmere Angel’s Grace (Prato) per la categoria 4-6 mesi e al Certosino Tiffany Des Bleus de Jade (Padova) per i felini 6-10 mesi. A valutare ogni singolo gatto la giuria internazionale, un team di giudici tutto al femminile: Chiara De Luca, Genevieve Franc, Alla Serimoglu, Alina Igor.

A premiare la vincitrice del contest social, dedicato ai gatti di casa, l’ideatrice dell’expo Costanza Daragiati e il presidente di Padova Hall Nicola Rossi. La vittoria, a suon di like sulle pagine dell’Esposizione internazionale felina, è andata alla veneziana Monica Bugin con la sua gatta Perla in versione ‘natalizia’.

Per due giorni, in fiera a Padova, si sono alternati giganti Maine Coon e Norvegesi, nudi Sphynx, ma anche Siberiani, Ragdoll, British, Esotici, Scottish, Certosini, Blu di Russia e tante altre razze. Star feline sotto gli occhi increduli di migliaia di visitatori. Tantissime le famiglie con bambini, pronti a sostituirsi ai giudici e a votare, mano alzata, il gatto preferito. Dopo anni di stop, a causa pandemia, l’Esposizione internazionale felina ‘I Gatti più belli del mondo’ ha registrato migliaia di presenze, superando persino i numeri preCovid del 2020. La città patavina ha visto arrivare centinaia di esemplari da tutta Italia: Genova, Torino, Livorno, Macerata, Roma e persino Brindisi e Benevento. E da tutto il Veneto: Padova, Treviso, Verona, così come Vicenza, Belluno, Rovigo e Venezia.

"Un successo che ha confermato quanto questa rassegna sia amata dal pubblico - spiega il presidente del Club Felino Verona Maria Sole Farinelli, organizzatrice dell’expo -. Tantissime famiglie ma anche giovani, curiosi e appassionati di gatti. Questa manifestazione è per tutti. Vedere l’entusiasmo delle persone, non solo nel conoscere e accarezzare i mici ma anche durante le premiazioni, ci ha riempiti di entusiasmo. Tornare dopo anni di stop a causa della pandemia e con le difficoltà economiche del momento non era semplice, ma siamo orgogliosi di avercela fatta. Ringraziamo tutti gli allevatori che con grande passione e impegno tutelano le differenti razze del mondo e i giudici che hanno una formazione pluriennale per poter svolgere questo lavoro. Il merito della buona riuscita è di tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il gatto più bello del mondo è Poldo e vive in Valsugana

TrentoToday è in caricamento