menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

Se siete passati in via Suffragio ed avete visto persone che cercavano qualcosa a terra ecco il motivo

L'anello smarrito e ritrovato grazie all'intervento di un gentile cavaliere (pescatore, o cacciatore a seconda delle versioni) è un tema ricorrente di molte fiabe e canzoni popolari. Questa, però, è una fiaba moderna e l'aiuto in questo caso è arrivato grazie a Facebook. Protagonista della storia un ragazzo che ha perso la fede nuziale: il gel igienizzante, in questo caso, è il "folletto dispettoso" delle favole.

La fede scivola via dal dito e rimbalza a terra, tintinnando. Il ragazzo segue il suono metallico con l'orecchio fin dove può, e si mette a cercare. Ben presto qualche passante si ferma incuriosito e inizia a dare una mano, arriva altra gente e la ricerca prosegue fino alle 21, con torce dei cellulari e frontalini da montagna. Una decina di persone battono a tappeto i bolognini della via alla ricerca dell'anello perduto, ma niente.

Il malcapitato protagonista della vicenda torna a casa sconsolato, ma il giorno seguente non demorde e ritorna a Trento, dato che vive fuori città, sul luogo del misfatto. Cerca ancora per un po', invocando anche sant'Antonio, il patrono degli oggetti smarriti, finché desiste e pensa di tornarsene a casa rinunciando definitivamente alla speranza di ritrovare la fede.

E' a quel punto che qualcuno lo riconosce e lo ferma: "sei quello che sta cercando la fede?", domanda. Il passante riferisce di aver letto un post su Facebook, nel gruppo 'Sei di Trento se...' nel quale si parlava di una fede nuziale ritrovata proprio in via Suffragio. Il post era stato diffuso da un'amica del signore che aveva ritrovato l'anello.

Quando i due si sono messi in contatto hanno ricostruito cosa potesse essere accaduto: la fede è rimbalzata molto più lontano del previsto, finendo sotto i portici. In quel momento un passante l'ha raccolta, ma non si è accorto dello sventurato marito che la stava cercando nella strada. L'ha portata a casa pensando di consegnarla ai vigili, ma è poi entrata in gioco l'amica che, con il post su Facebook ha permesso di scrivere il lieto fine della fiaba.

"Con enorme gioia informo che l’anello è ritornato a casa. Ringrazio di cuore tutte le persone che hanno dedicato parte del loro tempo aiutandomi nella ricerca. Un sentito grazie lo estenderei davvero a tutti quelli che poco o tanto si sono prodigati nella causa; perché sono stati parecchi! A tutti, quindi, buone feste, una serena conclusione d’anno e uno strepitoso nuovo inizio", scrive su Facebook il proprietario dell'anello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento