Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Riapre al pubblico lo “scrigno verde della Vallagarina”

Carlo Guerrieri Gonzaga: «È stato svolto un lavoro enorme durato mesi per ridare una nuova vita a questo giardino, ma il risultato ci gratifica moltissimo e spero possa piacere ai visitatori»

Racchiuso in come in uno scrigno dalle alte mura che lo circondano, il parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina è un vero tesoro e da sabato 5 giugno aprirà all’intera comunità. Alberi maestosi, fiori variopinti e profumati, esempi di arte topiaria e percorsi d'acqua caratterizzano un parco di oltre tre ettari, unico nel Trentino. “Lo scrigno verde della Vallagarina”, così come viene definito, è stato svelato il 2 giugno ai sindaci e agli amministratori della zona prima dell’apertura ufficiale al pubblico.

«Siamo qui per ringraziare la famiglia Guerrieri Gonzaga» ha detto il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, presente con l’assessore Giulia Zanotelli «per aver messo a disposizione della comunità trentina e non solo, questo straordinario giardino. Si tratta di una grande opportunità anche in chiave turistica per l’intera Vallagarina, capace di legare arte e ambiente, se pensiamo anche all’offerta, sempre più importante, del Mart di Rovereto. Grazie davvero, dunque, al marchese Guerrieri Gonzaga per questo grande atto di generosità».

«È stato svolto un lavoro enorme durato mesi per ridare una nuova vita a questo giardino, ma il risultato ci gratifica moltissimo e spero possa piacere ai visitatori» ha detto il marchese Carlo Guerrieri Gonzaga che in questa nuova "avventura" ha potuto contare sulla grande collaborazione dei figli Violante, Ilaria e Anselmo e di diverse istituzioni come i Giardini di Castel Trauttmansdorff di Merano, il Museo civico di Rovereto, l’Azienda Promozione Turistica di Rovereto e l’amministrazione comunale di Villa Lagarina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre al pubblico lo “scrigno verde della Vallagarina”

TrentoToday è in caricamento