menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro sociale Bruno contro il nuovo parcheggio: "L'ex Italcementi diventi un parco"

Protesta con mega-scritta e rivendicazione su Facebook: "Il nuovo parcheggio non serve al quartiere"

Là dove c'era una fabbrica ora c'è... un parcheggio. Verrebbe da parafrasare la via Gluck di Celentano commentando la scelta del Comune di Trento di realizzare in tempi brevissimi un parcheggio da 430 posti auto sul vuoto dell'area ex Italcementi. Il Centro Sociale Bruno, però, non ci sta: "Serve un parco, non un parcheggio".

Dal vicino centro sociale qualcuno ha "graffittato" con la vernice bianca metà della superficie del parcheggio appena realizzato. La scritta che si legge dall'alto è: "Dalla parte della natura". Peccato, però, che in quell'area di natura ce ne sia sempre stata molto poca.

Com'è noto il sito era uno dei poli di produzione dell'Italcementi. La fabbrica è stata chiusa negli anni '90 e, negli anni, sono state abbattute le ultime strutture in attesa che il progetto si concretizzi. 

"Il parcheggio non porterà nessun beneficio al quartiere - si legge in un post del Bruno -. Sarà invece causa di traffico e inquinamento a discapito dei suoi abitanti. Piedicastello ha già pagato a caro prezzo il suo passato industriale e lo sfregio di una tangenziale che per decenni ha tagliato in due il quartiere. Chiediamo una trasformazione dell'area in un parco pubblico". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento