rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport e sicurezza / Riva del Garda

Lago di Garda unito, con Panathlon e Pac si parla di sport e sicurezza

Una serata tra le tre sponde del Benàco, organizzata da Virginia Tortella, la Rana del Garda che in autunno nuoterà da Riva a Peschiera

Lago di Garda unito. Un incontro tra le tre sponde (Trentino, Veneto e Lombardia) a Peschiera del Garda, mercoledì 16 marzo, per parlare di interventi in emergenza e non, in acqua e terra che la Pac (Protezione ambientale civile) di Bussolengo, così come tutte le Protezioni civili, gestiscono durante l'anno, in occasione di eventi naturali, emergenziali e sportivi. 

È stata una serata divulgativa organizzata dalla presidente del Panathlon club del Garda, Virginia Tortella. Presenti alla serata anche il presidente del club trentino, Giuseppe De Angelis, il vice governatore "Area 1 - Distretto Italia", Matteo Lazzizzera, l'assessore al turismo di Peschiera del Garda, Filippo Gavazzoni. 

La Protezione civile è sinonimo di "sicurezza". La loro presenza è fondamentale durante la gestione di grandi eventi, così come di emergenze di ogni genere: dal terremoto al covid. Per il Panathlon Club, che ha in seno cura, promozione, divulgazione e sostegno di tutti gli sport e delle persone che lo praticano, la sicurezza è certamente un elemento di prim’ordine. A raccontare mission e interventi della Pac, è stato il presidente Ivano Zamboni, affiancato dal vice Damiano Malagnini, dal responsabile della manutenzione di attrezzature subacquee Lorenzo Parisi e dalla coordinatrice dei responsabili squadre Pac Marta Pasquini.

Virginia Tortella, ovvero la Rana del Garda

L'organizzatrice di questa serata, Tortella, è anche conosciuta come "La rana del Garda", per le sue imprese sportive nelle acque del Benàco (e non solo). Sicurezza e preparazione per lei sono sempre state al primo posto, già dalla sua prima impresa, quella compiuta nel 2017, quando in memoria del fratello prematuramente scomparso nuotò in stile rana da Sirmione a Pacengo. Il fratello fece lo stesso percorso, nuotando sempre a rana, ma al contrario, diversi anni prima. L'anno dopo Tortella  attraversò il Garda nel punto più "largo", partendo da Padenghe e arrivando a Peschiera. Nel 2022, dopo una pausa forzata anche dal Covid, Tortella si prepara per affrontare la sua ultima traversata in questo stile: in autunno partirà da Riva del Garda per arrivare a casa, a Peschiera del Garda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Garda unito, con Panathlon e Pac si parla di sport e sicurezza

TrentoToday è in caricamento