Si sentono musica e voci dalla palestra, i vicini chiamano i carabinieri: era una lezione online

La palestra è chiusa come da normative nazionali, e quando i vicini hanno sentito musica e voci si sono insospettiti

La palestra Explosion in attività (foto non recente)

I vicini hanno sentito musica e voci provenire dalla palestra, che dallo scorso 26 ottobre dovrebbe essere chiusa come previsto dal Dpcm. E così hanno chiamato i carabinieri. E' successo a Pergine qualche giorno fa: i militari si sono presentati alla porta della palestra ed hanno fatto un sopralluogo. Tutto regolare, come hanno confermato anche a noi. Perché? E' presto detto: il personale stava registrando delle lezioni online.

La vicenda può far sorridere ma la dice lunga sulle paure e sulle perplessità dalle quali nessuno, come per il virus, è immune in questo periodo. A raccontare l'accaduto sono le titolari della Explosion Dance & Fitness, su Facebook: "Vorremmo ringraziare chi, con spiccato senso civico ci ha fatto pervenire un controllo in palestra - scrivono con un pizzico di sarcasmo - e ringraziare i Carabinieri di Borgo che sono prontamente intervenuti e hanno portato a termine il loro controllo".

Come detto, tutto in regola: "Vorremmo anche però rassicurare tutti che, come sempre, noi siamo molto attente a seguire scrupolosamente le regole e quindi il movimento che sentite provenire dalla palestra è dato dal fatto che registriamo lì le nostre lezioni online a cui tutti potete partecipare". Sono molte in Trentino i settori che hanno scelto, nuovamente, di "convertire" la loro attività online. Palestre ma non solo, anche i musei e perfino i cinema

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento