"Fugatti permetta di coltivare l'orto anche fuori dal proprio comune"

La richiesta di due consiglieri del PD

Spostamenti per coltivare l'orto anche fuori dal proprio comune: i consiglieri del PD Manica e Ferrari chiedono a Fugatti di estendere la "concessione" fatta a Pasqua, che ha permesso ai trentini di potersi muovere per coltivare l'orto anche se lontano da casa, ma nello stesso comune di residenza.

“Ha poco senso – confida la consigliera Ferrari – proibire l’accesso a orti che si trovino fisicamente collocati in comuni diversi da quello di residenza o di domicilio. Il Trentino è infatti contraddistinto da numerosi piccoli comuni, e la possibilità che i terreni si trovino oltre i confini di residenza è molto elevata”.

La richiesta è di far valere lo stesso principio, quello di potersi muovere dal proprio comune, anche per comprare semi e piante. Insomma: se coltivare l'orto è un'attività riconosciuta come "comprovata esigenza" lo sia fino in fondo. Questa la richiesta avanzata al presidente della Provincia, vista anche la riapertura di vivai e serre in questo periodo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento