Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Orsi trentini, l'intervista a Nosari e Sbarra che sono in sciopero della fame da oltre i 40 giorni

Prosegue la protesta non violenta delle due donne: «chiediamo che agli orsi del Trentino venga restituito ciò che è stato loro tolto»

 

Il 2 novembre è il 43esimo giorno di sciopero della fame per Barbara Nosari e Stefania Sbarra le animaliste che hanno optato per questa forma di sciopero non violenta per chiedere la liberazione degli orsi trentini. Hanno iniziato il 21 settembre, le due donne si idratano con acqua e tisane, nient’altro. Le due animaliste con questo atto, puntano a sensibilizzare le persone per quello che sta avvenendo in Trentino: tre plantigradi sono rinchiusi nel recinto del Casteller.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrentoToday è in caricamento