Orsi, gli esami del dna confermano: l'orsa catturata sul Peller è Jj4. Resta sospesa l'ordinanza di abbattimento

La conferma è arrivata giovedì pomeriggio dai laboratori della Fondazione Mach dove i forestali avevano inviato i campioni di tessuto prelevati

L'orsa

È Jj4 l'orsa - con tre cuccioli al seguito - catturata, munita di radiocollare e poi rilasciata dal corpo forestale sul Monte Peller. A confermarlo nel pomeriggio di giovedì i laboratori della Fondazione Mach dove i forestali avevano inviato i campioni di tessuto prelevati, come prevede la procedura che dà esecuzione all'ordinanza firmata dal presidente della Provincia dopo il ferimento di due uomini che si erano imbattuti nell'animale lo scorso 22 giugno.

Come ipotizzato dalle associazioni animaliste, quindi, l'attacco dell'animale potrebbe essere scattato proprio nel tentativo di difendere i propri piccoli. Nel frattempo il Tribunale amministrativo regionale  di Trento, in sede collegiale, giovedì 30 luglio ha di nuovo sospeso, con un'ordinanza, il provvedimento della Provincia autonoma di Trento relativamente alla possibilità di abbattere l'orsa JJ4.

Sul destino dell'orsa, che Fugatti aveva condannato all'abbattimento prima ancora che fosse stata ricostruita la dinamica dell'aggressione, il tar si pronuncerà in maniera definitiva il prossimo 22 ottobre. Il primo decreto cautelare presidenziale urgente di sospensiva dell'abbattimento era stato disposto all'inizio del mese, dopo il ricorso delle associazioni ambientaliste e animaliste, patrocinate dall'avvocato Claudio Linzola. Un altro ricorso al tribunale nel frattempo era stato fatto dal ministro all'ambiente Sergio Costa, che aveva detto di ritenere la decisione di abbattere l'orsa "spropositata".

In seguito all'aggressione avvenuta sul monte Peller erano stati effettuati prelievi ed analisi su tracce organiche raccolte sul posto e rimaste sui vestiti dei feriti. Questa operazione aveva consentito di stabilire l'identità dell'animale, che si era rivelato Jj4, un'orsa di 14 anni, timida, che non si era mai avvicinata all'uomo prima - e in effetti l'aggressione è avvenuta nei boschi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • M49 e JJ4: online la mappa per sapere dove sono

  • Lavoratori dalla Romania, la Giunta scrive a Roma: ipotesi "quarantena attiva"

  • Dopo il caldo arrivano i temporali (anche forti): le previsioni per il weekend

  • 'Carne coltivata', è trentina l'unica azienda a occuparsene in Italia

  • Via Belenzani "bombardata": ecco le foto (ed il motivo)

  • Covid: tre dipendenti contagiati, albergo in "quarantena"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento