rotate-mobile
La questione / Valsugana

Olimpiadi, Fugatti: "Venerdì prossimo Malagò in Trentino per decidere sul futuro di Baselga di Piné"

È in arrivo una proposta che poi dovrà ovviamente essere valutata ma sulla quale al momento sembra esserci massimo silenzio, almeno fino a che il presidente del Coni non metterà piede in Trentino

Spettatore o protagonista, in che ruolo si troverà il Trentino nei Giochi invernali 2026? Dopo settimane di scontri, malumori e discussioni sul sogno delle olimpiadi, a breve arriverà una proposta per il Trentino direttamente dal Coni e a confermarlo è il presidente della PaT, Maurizio Fugatti. Una proposta che poi dovrà ovviamente essere valutata ma sulla quale al momento sembra esserci massimo silenzio, almeno fino a che il presidente del Coni non metterà piede in Trentino.  

Intanto, martedì 17 gennaio nella sede della Fondazione Milano Cortina 2026 è stato siglato il nuovo statuto e costituito il nuovo Cda. E a renderlo noto è la Provincia. Presenti all'incontro della mattina il ministro per lo sport e i giovani Andrea Abodi, il presidente del Coni e della Fondazione Milano Cortina 2026 Giovanni Malagò, il presidente del CIP Luca Pancalli; i sindaci delle città ospitanti Milano e Cortina, Giuseppe Sala e Gianluca Lorenzi; i presidenti della Lombardia e del Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia; il presidente Fugatti e il vicepresidente della Provincia autonoma di Bolzano Daniel Alfreider. È stata confermata una rinnovata sintonia che mira a un’accelerazione sulla strada dei Giochi nel segno della sintonia su un progetto fondamentale per lo sport e i territori e tutto il Paese. Tra pochi giorni Malagò verrà in Trentino.

"Venerdì prossimo il presidente del Coni Giovanni Malagò sarà in Trentino insieme al presidente della Federazione Ghiaccio Andrea Giois e al numero uno della Federazione Italiana di tiro con l’arco Mario Scarzella, per formulare una proposta sportiva al Trentino e a Baselga di Piné. Proposta che verrà poi valutata per le decisioni future" a dichiararlo il presidente Fugatti al termine della riunione.

Nella stessa giornata è stato approvato il nuovo statuto della fondazione ed è stato costituito il nuovo Cda che vede Andrea Varnier nuovo amministratore delegato. A seguito delle deliberazioni risulta anche definito il Consiglio di amministrazione del Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paralimpici invernali 2026. La componente sportiva, rappresentata da sette membri nominati d’intesa dal Comitato olimpico nazionale italiano e dal Comitato italiano paralimpico, ha confermato i consiglieri di diritto, nonché le atlete che hanno preso parte a recenti edizioni dei Giochi olimpici e paralimpici. Ciascun ente della componente territoriale ha indicato un consigliere.

La rinnovata governance, i cui membri sono scesi da 26 a 14, è composta da:

  • Giovanni Malagò (membro CIO, con designazione a Presidente della Fondazione)
  • Andrea Varnier (Amministratore Delegato, di nomina governativa)
  • Ivo Ferriani (membro CIO)
  • Federica Pellegrini (membro CIO)
  • Carlo Mornati (Segretario Generale CONI)
  • Luca Pancalli (Presidente CIP e membro IPC, con designazione a Vicepresidente della Fondazione)
  • Anna de la Forest de Divonne (atleta Olimpica)
  • Francesca Porcellato (atleta Paralimpica)
  • Christian Malangone (Comune di Milano)
  • Andrea Giovanardi (Comune di Cortina)
  • Sergio Schena (Regione Lombardia)
  • Antonella Lillo (Regione Veneto)
  • Tito Giovannini (Provincia Autonoma di Trento)
  • Erwin Hinteregger (Provincia Autonoma di Bolzano).
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi, Fugatti: "Venerdì prossimo Malagò in Trentino per decidere sul futuro di Baselga di Piné"

TrentoToday è in caricamento