Attualità

Upipa ha un nuovo Consiglio di amministrazione, l'incontro con l’assessore Segnana

Fra i temi più urgenti posti sul tavolo dall’assessore Segnana, che sarà a breve oggetto anche di un ulteriore incontro tecnico con Upipa e Spes, quello delle linee guida relative alle visite dei parenti

Un primo proficuo confronto conoscitivo, finalizzato a definire le priorità da affrontare nei prossimi mesi, quello che si è tenuto nel pomeriggiodi giovedì 27 maggio a Trento, fra l’assessore alla Salute e politiche sociali, Stefania Segnana, con il dirigente generale del Dipartimento, Giancarlo Ruscitti, e il nuovo Consiglio di amministrazione di Upipa, l’Unione Provinciale Istituzioni per l'Assistenza, che recentemente ha eletto come presidente Michela Chiogna.

«Ho ritenuto importante organizzare questo incontro in presenza – ha detto l’assessore Segnana – per conoscerci e per iniziare una nuova fase di collaborazione. Ringrazio ancora – ha aggiunto – la riconfermata vicepresidente, Marisa Dubini che ha traghettato Upipa negli ultimi, difficili, mesi». 

Fra i temi più urgenti posti sul tavolo dall’assessore Segnana, che sarà a breve oggetto anche di un ulteriore incontro tecnico con Upipa e Spes, quello delle linee guida relative alle visite dei parenti, al fine di renderle il più possibile uniformi per tutte le strutture che ospitano gli anziani. «Sono sicura che potremo lavorare molto positivamente – ha aggiunto l’assessore – facendo gioco di squadra con tutte le componenti pubbliche e private che operano in questo importante settore delle nostre politiche social».

Nel ringraziare l’assessore Segnana per l’attenzione e la tempestiva fissazione dell’incontro, la presidente Michela Chiogna, a nome di tutto il Consiglio di amministrazione, ha ricordato le problematiche più importanti ed urgenti che il sistema deve affrontare per consentire alle APSP di uscire dall’emergenza Covid. Fra queste, la questione delle criticità relative ai bilanci, con la definizione più funzionale dei ristori Covid 2021 ed il rafforzamento delle competenze sanitarie nelle RSA, al fine di valorizzare l’apporto dei medici, degli infermieri e del personale sanitario e rendere le strutture attrattive per queste figure professionali. «Temi di grande importanza, sui quali vi sono già diversi progetti allo studio – ha detto Ruscitti – e che affronteremo al più presto in altrettanti tavoli tecnici».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Upipa ha un nuovo Consiglio di amministrazione, l'incontro con l’assessore Segnana

TrentoToday è in caricamento