rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cultura

Nuovo Astra, 200mila euro di capitale per la rinascita del cinema

Parte la campagna "Diventa uno di noi": cittadine e cittadini potranno contribuire alla nuova impresa sociale con quote a partire da 100 euro

“Diventa uno di noi”: così il Nuovo cinema Astra chiama a raccolta “chi ha a cuore il cinema, la cultura ed è disposto a mettere in dubbio le proprie idee, discuterne, socializzare e crede nel valore delle relazioni” per allargare la propria base sociale. Dalla chiusura dello storico cinema Astra un anno fa, è nata infatti l’impresa sociale Nuova Astra.

La campagna, lanciata martedì 22 marzo a Trento, “punta a coinvolgere quante più persone possibili”, spiega il presidente dell’impresa sociale Paolo Fellin. Per partecipare è sufficiente prenotare la propria quota (da 100 euro o multipli) compilando il form. Ai nuovi soci verrà garantito l’accesso ad abbonamenti e biglietti ridotti, e la possibilità di riservarsi un posto negli eventi più importanti. Agevolazioni e sconti sono garantiti anche a studenti, possessori di carta inCooperazione e over 65.

“Associarsi diventa importante per sostenere un’attività che mira alla crescita culturale della comunità trentina - ha detto Fellin -. Una crescita che guarda al di fuori di ogni logica di profitto, ma che necessita di capitali e di una base sociale allargata per poter affrontare periodi di crisi come questi”.

Pandemia e crisi dei cinema

In linea con l’andamento delle sale cinematografiche italiane, anche il nuovo cinema Astra sta infatti facendo i conti con le restrizioni dovute alla pandemia. In tutta Italia nei primi due mesi del 2022 hanno chiuso 400 esercizi, senza contare la diminuzione del numero di proiezioni disponibili per poter sostenere l’impatto della crisi energetica. “Un fenomeno in controtendenza rispetto agli altri Paesi europei, dove i cinema hanno riaperto con fatturati in crescita”, afferma il responsabile della programmazione Antonio Artuso. 

La società proprietaria del Nuovo Astra - che ha tra i suoi soci Federazione trentina della cooperazione, Consolida, Mandacarù, Erikson, fondazione De Marchi, Cla - ha anche deliberato un aumento di capitale di 200mila euro per garantire solidità e continuità al progetto e poter dialogare con maggiore efficacia con gli istituti di credito in caso di investimenti futuri.

Per l’estate si pensa già a una programmazione all’aperto, nel cuore della città, in via Belenzani, grazie alla disponibilità della cassa rurale di Trento. Degli accordi sono in corso anche con l’Arcivescovile, per poter disporre della sala teatro da affiancare a quella in via Segantini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Astra, 200mila euro di capitale per la rinascita del cinema

TrentoToday è in caricamento