menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Associazione per i minori: dopo 10 anni la nuova sede è pronta ma la Provincia vuole farci uffici

La lettera aperta dell'Appm per chiedere un ripensamento a Fugatti e Segnana: "Da 13 anni progettiamo lì il nostro futuro"

Una sede nuova, progettata su misura per un'associazione che da 45 anni opera a Trento a fianco dei minori. Un progetto di cui si parla da un decennio. Finalmente l'edificio è pronto ma, lasciando tutti di stucco, la Provincia decide che non sarà destinato ai ragazzi ed alle ragazze ma ad uffici pubblici. E' questa l'amara ricostruzione della situazione che emerge da una lettera dell'Appm, l'associazione in questione, diffusa alla stampa per far conoscere la vicenda e spingere la Provincia ad un ripensamento.

Si parla, per ora, solo di un'ipotesi, di una comunicazione riferita a voce. manca, come si dice in questi casi, l'ufficialità ma l'intenzione è chiara. "Si tratta di una scelta politica assolutamente non condivisibile, anzitutto perché non rispetta il vincolo di destinazione del bene ma ancora di più perché sottrae alla Comunità giovanile trentina uno spazio da molti ritenuto indispensabile" scrive Appm. Uno spazio che, come testimonia anche il progetto presente sul sito di Patrimonio del Trentino, era già stato destinato a questo tipo di attività. 

L'associazione riporta qualche numero sull'attività svolta: oltre 5.000 giovani coinvolti nei vari progetti, 170 dipendenti, attività residenziali, diurne, aggregative, colonie, progetti di comunità, interventi domiciliari, accoglienza di nuclei familiari bisognosi, accompagnamento al lavoro e a scuola. Tutto questo rischia di non trovare casa. Una beffa, se si pensa che su quell'edificio Appm ha già progettato il suo futuro e lo attende da oltre 10 anni. 

La lettera del Cda dell'associazione è rivolta direttamente al presidente della Provincia Maurizio Fugatti, "perché scelga di applicare gli strumenti giuridico-amministrativi esistenti nella normativa provinciale per consentire ad Appm di attivare nel più breve tempo possibile tutte le progettualità dedicate alla parte della popolazione trentina che costituisce il nostro futuro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Addio alla Rosetta: Levico perde una nonna speciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento