rotate-mobile
Attualità Centro storico / Via Santa Margherita

La facciata dell'ex Provveditorato (già piena di scritte) diventa un'opera di street art

Un'opera d'arte al posto di scritte e imbrattamenti vari sulla facciata dell'edificio chiuso da vent'anni

I muri, già coperti da centinaia di scritte, dell'ex Provveditorato di via S. Margherita diventeranno un'opera d'arte. A colorare la "tela" di circa 120 metri quadrati dell'edificio sarà Critsian Bovo, in arte Joys, writer professionista.

Il progetto dell'artista ha vinto il bando artistico Street Earth on tour 2020, promosso dal Tavolo Street art Trento, in risposta alla Call for cities lanciata dal Comune di Ravenna in collaborazione con il Gai - Circuito Giovani Artisti Italiani.

L'artista è già all'opera ma sabato 26 settembre, con la realizzazione ancora in corso, è previsto un momento di dibattito all'interno di un "salotto urbano" creato in piazza Santa Maria Maggiore. Si parlerà, naturalmente, di arte e di decoro urbano, ovvero del confine sottile che spesso divide un'opera d'arte da un imbrattamento.

A partire dalle 18  verranno esposti al pubblico i bozzetti delle quattro proposte finaliste, Mille Miliardi di Matteo Picelli (Egeon), Quarant – Green di Diego della Posta (Mister Thoms) e Finestre sull'Oggi per guardare al Domani di Jacopo Ghisoni (Luogo Comune).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La facciata dell'ex Provveditorato (già piena di scritte) diventa un'opera di street art

TrentoToday è in caricamento