Morti sul lavoro, in Trentino sono più del doppio dell'anno scorso

Un presidio di protesta ha visto i sindacati in piazza Dante davanti ai palazzi della Provincia e della Regione

Sindacati in piazza Dante

Nel corso del 2019 le morti sul lavoro sono più che raddoppiate in Trentino. Questo il dato che nella giornata di giovedì 28 novembre i sindacati hanno voluto sottoporre ai consiglieri provinciali: un presidio si è raccolto in piazza Dante davanti ai palazzi della Provincia e della Regione. 

A partecipare alla manifestazione i sindacati Cgil, Cisl e Uil. Una delegazione dei manifestanti è stata poi ricevuta dal presidente della Regione, Walter Kaswalder.

Nel corso della mobilitazione la sindacalista Manuela Faggioni ha dichiarato che servono più risorse dal bilancio provinciale per consentire maggiori controlli nei posti di lavoro e più formazione dei lavoratori. L'Ispettorato del lavoro conta 30 addetti in tutto, necessari quindi più ispettori Uopsal, per una fitta azione preventiva.
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Incidenti, si schianta con l'auto contro un muretto: morta mamma di quattro figli

  • Tragico incidente a Pampeago: si schianta fuori pista e muore

  • Incidente al Bus de Vela, traffico bloccato ed ambulanze sul posto

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • Sono in auto, due malviventi sfodano il vetro e puntano pistola e coltello: "Dateci i soldi"

Torna su
TrentoToday è in caricamento