Due morti sul lavoro in due giorni, l'assessore Spinelli: "Impegno di tutti per la sicurezza"

"La sicurezza è un abito mentale che deve riguardare tutti, datori di lavoro ed istituzioni". Solidarietà dell'assessore provinciale alle famiglie delle due vittime

Due morti sul lavoro in due giorni nelle Valli Giudicarie: "una questione che riguarda tutti". L'assessore provinciale Achille Spinelli prende parola sul caso del boscaiolo morto a Tione e dell'operaio trovato senza vita in un pozzo dell'acquedotto in Bleggio: "questo impegno non può riguardare un unico soggetto o un singolo organismo di vigilanza.

"Il problema degli incidenti, a volte mortali, sul lavoro investe infatti ambiti diversi - prosegue l'assessore - a cominciare da quello della prevenzione. E’ necessario un impegno straordinario per diffondere, ad ogni livello, una cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro basata sull’adozione capillare delle misure di carattere preventivo e protettivo previste dalle normative vigenti, ma che investa anche il mondo della scuola, dove si formano i lavoratori del futuro, il sistema degli appalti e quant’altro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La sicurezza deve diventare un abito mentale tanto dei lavoratori quanto dei datori di lavoro e degli enti pubblici e dei governi, all’interno di un quadro condiviso di diritti, di responsabilità e doveri. In Trentino molto è stato fatto ma evidentemente non basta" ha dichiarato, esprimendo nel contempo la massima solidarietà alle famiglie delle due vittime del lavoro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

Torna su
TrentoToday è in caricamento