Polizia Stradale: aumenta il numero di incidenti, diminuisce quello dei morti

I numeri della Polstrada in Trentino: incidenti mortali diminuiti di un terzo rispetto all'anno precedente

Cresce, di poco, il numero di incidenti ma diminuisce quello delle vite perse sulla strada. Il trendo in atto da anni si conferma anche per il 2018: lo dicono i numeri della Polizia Stradale di Trento, diffusi durante la conferenza stampa sull'anno appena chiuso. 

Sono stati 6.154 i  servizi effettuati dalla Polstrada in Trentino nel 2018, 360 gli incidenti trattati (naturalmente a questo numero vanno aggiunti quelli in cui soono intrvenuti i carabinieri o le polizie  locali provinciali) come detto in lieve aumento, esattamente dell'1,6%. In calo il numero di incidenti mortali: -30%, e quello delle vittime, -38%. Le  persone ferite sono state 281, in aumento del 16%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In un anno gli agenti della Polstrada hanno ritirato 463 patenti e 141 carte di circolazione, 17.285 è  il totale dei punti decurtati. L'uso di telecamere laser ed autovelox ha permesso di accertare 709 violazioni dei limiti  di velocità. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frecce Tricolori sui cieli di Trento: ecco quando vederle

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

Torna su
TrentoToday è in caricamento