Coronavirus, in Trentino a marzo più 45% di morti rispetto al 2019

A dirlo i dati dell'istituto di statistica della Provincia di Trento, dove per ora sono stati analizzati i numeri di 77 comuni della Provincia

Nel marzo 2020 i morti in Trentino sono aumentati del 45,8% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. A dirlo sono i dati dell''istituto di statistica della Provincia di Trento, dove finora sono arrivati i numeri di 77 comuni trentini, circa la metà del totale. Anche da questa prima analisi emerge un quadro devastante: le vittime della pandemia da coronavirus sono moltissime. Anche perché gli incidenti sulla strada e sul lavoro sono fortunatamente in netto calo viste le restrizioni imposte dal governo.

Il Covid-19 è risultato fatale più per gli uomini: i deceduti di sesso maschile sono aumentati del 56% mentre quelli di sesso femminile del 37%. La statistica elaborata dall'Ispt non ha ancora i dati di Trento, Rovereto e Pergine. 

Presenti invece i numeri di Arco, dove l'aumento di decessi nel mese di riferimento è stato dell'80%.  Molte di queste morti sono avvenute nelle Rsa della cittadina. In queste strutture, come denunciato dall'Ordine degli infermieri trentini, i decessi sono numerosi e avvengono in solitudine, senza che i malati possano dire addio ai propri cari.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Trento, spacciatore sfida la polizia: «Sapete che sono uno spacciatore, ma oggi con me non lavorate». Arrestato in piazza

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Gambero Rosso: in un "annus horribilis" il ristorante di Arco di Peter Brunel è la novità dell'anno

Torna su
TrentoToday è in caricamento