Disposto il dissequestro per i vigneti siciliani del Gruppo Mezzacorona

Il Tribunale del Riesame ha disposto il dissequestro dei beni. I sigilli erano scattati al termine di un'importante indagine dell'Antimafia

Disposto il dissequestro dei terreni e della villa di Feudo Arancio, la tenuta siciliana del Gruppo Mezzocorona. La notizia del sequestro, arrivato al termine delle indagini dell'Antimafia, aveva suscitato particolare scalpore in Trentino: l'ipotesi degli inquirenti è che la tenuta fosse stata venduta al gruppo vitivinicolo trentino da persone fidate della criminalità organizzata siciliana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo gli avvocati della difesa  il dissequestro dei beni, pari a 70 milioni di euro, conferma l'insussistenza dell'accusa. E' stata ritenuta radicalmente insussistente l'astratta configurabilità dei reati contestati in relazione agli originari acquisti dei suddetti terreni ed edifici, anche a fronte della evidente trasparenza e tracciabilità delle compravendite realizzate", questa la dichiarazione rilasciata ai microfoni di Rai News.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento