rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

Carrozze trainate da cavalli per i mercatini di Natale, l'Oipa non ci sta

L'associazione animalista critica la scelta: "Pratica medievale, un supplizio per gli animali"

La sezione trentina dell'Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali) non ci sta e lo fa sentire a gran voce: l'utilizzo dei cavalli per trainare le carrozze in occasione dei prossimi mercatini di Natale a Trento è una scelta che non piace agli animalisti.

"Come associazione a tutela del benessere animale evidenziamo che tali attività non sono certo simbolo di una città che si definisce green e smart" scrive in una nota la delegata trentina dell'Oipa Ornella Dorigatti.

Secondo l'associazione, quello imposto ai cavalli sarebbe una tortura ingiustificata: "Non capiamo perché, nel 2021, si debba ancora ricorrere a simili supplizi imposti a cavalli che devono trainare carretti di turisti per la città, con sforzo immane, al freddo e per giornate intere in mezzo al caos e al traffico cittadino".

Un'idea che non corrisponderebbe certo a quella di città "green e smart" che Trento cerca di mantenere e propagandare: "Si tratta di una proposta che appartiene al medioevo. Ci dispiace vedere che sul trattamento degli animali, la città di Trento sia veramente poco attenta, dato che permette, anzi incentiva, tali pratiche desuete. Meglio sarebbe lasciare tranquilli questi poveri cavalli, letteralmente gettati in mezzo al caos e che saranno sottoposti a stress psico-fisici davvero elevati" continua l'Oipa.

Secondo l'associazione animalista, quella di Trento è l'ennesima "occasione persa per cambiare atteggiamento e proposta per il benessere animale, che ci pare sempre essere messo da parte per puri interessi dell’apparire dell’uomo, che a parole vuole parlare di rispetto della biodiversità, ma con i fatti agisce in esatta contrapposizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carrozze trainate da cavalli per i mercatini di Natale, l'Oipa non ci sta

TrentoToday è in caricamento