Attualità Centro storico / Piazza del Duomo

Antonio Megalizzi: un olivo alla memoria nel Giardino dei Giusti di Roma

Inaugurato dalla sindaca Raggi il Giardino dei Giusti, sull'esempio di quello di Gerusalemme. Tra i cinque nomi scelti anche quello dell'ambientalista altoatesino Alex Langer

Antonio Megalizzi è un Giusto dell'Umanità per il Comune di Roma. Al giornalista trentino ucciso nell'attentato di Strasburgo la sindaca della capitale Virginia Raggi ha oggi intitolato un ulivo piantato nel giardino di Villa Pamphili.

Il Giardino dei Giusti è stato realizzato sull'esempio di quello di Gerusalemme che dal 1962 costodisce la memoria di quanti furono giusti, secondo la tradizione ebraica, nel periodo della Shoah salvando le vite degli ebrei prseguitati e deportati.

Ad individuare i nominativi delle cinque personalità è stato il Comitato scientifico per la realizzazione del Giardino dei Giusti, presieduto dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi e composto da Anna Foa, Riccardo Di Segni, Giovanni Maria Flick, Andrea Riccardi, Gianni Celestini e Massimiliano Atelli.

Tra i nomi, oltre a quello del giovane reporter trentino, figura quello di Alex Langer, ambientalista e politico altoatesino. Gli altri personaggi ai quali sono dedicati gli ulivi del Giardino dei Giusti sono l'antifascista tedesca Ursula Hirschmann, il dirigente di Solidarnosc Bronislaw Geremek e la missionaria danese Karen Jeppe.

"Vogliamo ricordare chi ha lottato contro ogni forma di ingiustizia e sopraffazione, a tutela dei diritti fondamentali. Ci ritroveremo qui ogni anno per continuare a fare del Giardino dei Giusti di Roma un luogo di memoria, per riflettere insieme sui valori di libertà, democrazia e salvaguardia dei beni comuni", ha detto la sindaca Raggi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Megalizzi: un olivo alla memoria nel Giardino dei Giusti di Roma

TrentoToday è in caricamento