rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Attualità

Carenza di medici di base, la risposta della Provincia

Pronti 39 posti per il prossimo corso. In Consiglio provinciale interrogazione di Futura

La Giunta provinciale prova a mettere una toppa e fermare l'emorragia che sta caratterizzando il settore dei medici di medicina generale. Per il prossimo triennio infatti, saranno 39 i posti per il corso di formazione in medicina generale. Lo ha deciso la Giunta, su proposta dell'assessore alla Salute Stefania Segnana. L'obiettivo, scrive la Pat in una nota, è quello di potenziare le occasioni di formazione professionale, per dare una risposta al problema della carenza dei medici di base.

Nel dettaglio, sono state approvate 32 borse di studio che vengono finanziate con le risorse del fondo sanitario provinciale e già evidenziate nel Piano triennale della formazione degli operatori del sistema sanitario provinciale (25 borse) e con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (le altre 7). In più vengono ammessi altri 7 laureati in medicina e chirurgia abilitati all’esercizio professionale e già risultati idonei al concorso negli anni precedenti, tramite graduatoria riservata, senza borsa di studio. 

"Promuovere e rafforzare la formazione dei medici di medicina generale ci aiuta a far fronte all’importante fabbisogno di questa professione nell’ambito dell’assistenza territoriale" è il commento dell'assessore Segnana. "i nostri medici di famiglia sono un tassello indispensabile del servizio sanitario, sono figure strategiche perché assicurano vicinanza delle cure ai cittadini e sono presenti sul territorio. Entrambi aspetti fondamentali, come l'emergenza da Coronavirus ci ha insegnato, se vogliamo garantire servizi di prossimità" conclude l'assessore.

Il bando sarà pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Trentino Alto Adige e successivamente, a cura del Ministero della Salute in Gazzetta ufficiale, unitamente agli altri bandi Regionali. Il termine di trenta giorni per la presentazione delle domande di concorso decorre dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale nazionale. La data della prova di concorso, uguale in tutte le Regioni, sarà anch'essa pubblicata in Gazzetta ufficiale.

Proprio lunedì tra l'altro, il gruppo consiliare di Futura, tramite il consigliere Paolo Zanella, aveva presentato un'interrogazione all'indirizzo dell'assessore Segnana, evidenzianto le situazioni di alcune zone scoperte o carenti di medici di base, tra cui le zone di Grigno, Meano, Canova, Aldeno e Ledro.

Il problema della carenza di medici di base era stato già sottolineato lo scorso luglio in un incontro tra l'assessore Segnana e la direttrice della Scuola di formazione specifica in medicina generale di Trento, la dottoressa Giulia Berloffa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di medici di base, la risposta della Provincia

TrentoToday è in caricamento