rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

Medici di base, il Patt contro la giunta: "Solo slogan da campagna elettorale"

Demagri e Dallapiccola segnalano gravi disagi per i pazienti in Primiero e a Mori

Nel giorno in cui la giunta provinciale annuncia un nuovo accordo con i sindacati per tentare di mettere una toppa alla carenza di medici di base, il Partito autonomista trentino-tirolese getta nuova benzina sul fuoco. I consiglieri provinciali del Patt Paola Demagri e Michele Dallapiccola parlano di "grande preoccupazione" per la medicina sul territorio, soprattutto nelle zone più periferiche per la situazione dei medici di medicina generale e soprattutto per la gestione della carenza di sanitari da parte della Giunta provinciale.

"Sono arrivate molte segnalazione di preoccupazione per la situazione della medicina sul territorio - evidenzia il Patt -, tematica molto cara al governo provinciale in campagna elettorale ma che nei fatti non ha visto azioni concrete per risolvere i problemi. In particolare c’è grossa preoccupazione in Primiero, visto che a causa della carenza di medici non sarà possibile, se non per gli anziani tramite il medico di famiglia, nemmeno fare il vaccino anti-influenzale. Il CUP risponde che non ci sono date disponibili per vaccinarsi e non c’è in previsione alcuna soluzione".

Problemi segnalati anche a Mori, dove - evidenziano i due consiglieri - la guardia medica nel mese di novembre sarà attiva solamente il sabato e la domenica dalle 8 alle 20, mentre negli altri orari e per i giorni infrasettimanali non sarà attivo il servizio. "Tutto queste stride con le promesse della Giunta - continua Demagri - e i territori si sentono abbandonati. Purtroppo tutte le promesse fatte e i proclami della Giunta non trovano riscontro, ma anzi, si assiste ad un impoverimento dell’assistenza con grande preoccupazione dei cittadini".

"È chiaro che la situazione sanitaria in generale è problematica anche a causa della carenza di personale dovuta alla situazione legata ai vaccini, ma non è certo riducendo i servizi che si risolve il problema. L’auspicio è che la Giunta si decida ad aprire un confronto con tutte le realtà coinvolte al fine di trovare una soluzione al problema per garantire i servizi e dare ai cittadini l’assistenza di cui hanno estremo bisogno" concludono Demagri e Dallapiccola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici di base, il Patt contro la giunta: "Solo slogan da campagna elettorale"

TrentoToday è in caricamento