Mercoledì, 12 Maggio 2021
Attualità Centro storico / Via Francesco Petrarca

Nuovo maxischermo all'Autosilo, presto un quinto piano "green"

Dopo il "giardino verticale" ecco lo schermo curvo più grande del Nord Italia, ed altre novità

Quello comparso da qualche giorno sul lato, anzi sulla curva, sud dell'Autosilo Petrarca di Trento è lo schermo curvo più grande del Nord Italia. Si tratta di un maxischermo a led che verrà utilizzato sia per trasmettere contenuti pubblicitari che informazioni utili ai cittadini ed ai turisti. Con i suoi 9,6 metri per 4,8, posti ad un’altezza di 7 metri, un sistema di illuminazione in grado di essere ben visibile anche in piena luce solare è il più grande del Nord Italia.

«Con questo intervento – spiega l’amministratore di Terfin Emanuele Bonafini – abbiamo intenzione di proseguire nell’attività di qualificazione e ammodernamento della struttura dell’Autosilo. Grazie a questa innovativa soluzione. Già il Giardino verticale, inaugurato sul lato sud nel 2016, non fu soltanto una scelta estetica, così come il rivestimento “mangia-smog” installato sulla parete laterale. E per il futuro abbiamo anche in progetto di convertire l’ultimo piano in un quinto piano “green”, con l’installazione di pannelli fotovoltaici e di colonnine di ricarica per veicoli elettrici».

Nei prossimi giorni il maxischermo proietterà alcune immagini promozionali della città e del Trentino, con eventi ed informazioni utili. "Più avanti apriremo anche ad inserzioni pubblicitarie" assicura Bonafini. La progettazione architettonica e impiantistica, nonché la Direzione Lavori, sono state curate dall'ing. Antonio Armani già co-progettista del Giardino verticale posto sulla torre sud dell’Autosilo, dello Studio tecnico Interstudio Ingegneri Associati di Trento. La produzione del pannello e delle strutture di supporto e installazione sono state curate dalla Art Tech di Villar Dora, in provincia di Torino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo maxischermo all'Autosilo, presto un quinto piano "green"

TrentoToday è in caricamento