Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Sergio Mattarella: “Vaccinarsi è un dovere”

Il Presidente della Repubblica è intervenuto in collegamento video dal Quirinale all'inaugurazione del Meeting di Rimini

"La responsabilità comincia da noi e vaccinarsi, tra i tanti esempi possibili, è un dovere". A dichiararlo è stato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, intervenendo in collegamento video dal Quirinale all'inaugurazione del Meeting di Rimini 2021, manifestazione annuale organizzata dal movimento ecclesiale cattolico di Comunione e Liberazione.

Un dovere "non in obbedienza a un principio astratto, ma perché nasce dalla realtà concreta, - continua il Presidente - che dimostra che il vaccino è lo strumento più efficace di cui disponiamo per difenderci e per tutelare i più deboli e i più esposti a gravi pericoli”. Si tratta di "un atto di amore nei loro confronti, come ha detto pochi giorni fa Papa Francesco", aggiunge il Capo dello Stato.

Come riporta Today, Mattarella ribadisce così il suo invito agli italiani a partecipare alla campagna vaccinale per sconfiggere il virus e tornare alla normalità. Le sue non sono parole di paternalismo, ma sono un invito alla responsabilità delle singole persone, di cittadini chiamati anche ai doveri, non solo a reclamare i diritti. In questo caso dunque il dovere di vaccinarsi perché è dovere proteggere se stessi per proteggere anche gli altri. Soprattutto adesso che i vaccini, è dimostrato sul campo, stanno funzionando.

“Ci siamo scoperti più fragili di quanto credevamo. Abbiamo compreso con maggiore chiarezza di aver bisogno del sostegno degli altri. Abbiamo fatto esperienza del dolore, della paura, della solitudine. Ma nella comunità abbiamo trovato risorse preziose, decisive per far sì che le nostre speranze, le nostre aspirazioni non venissero sradicate e potessero ancora trovare conferma e sviluppo. Per scegliere il proprio destino, è necessario che la persona conquisti piena coscienza del proprio valore, del proprio essere originale e irripetibile. Così da comprendere di doversi mettere in gioco. Occorre, dunque, il coraggio della responsabilità. La pandemia ci ha dimostrato quanto ci sia bisogno di responsabilità. Nell'opera dei medici e del personale sanitario. Nel lavoro di chi svolge mansioni sociali. Nell'impegno di chi opera nel tessuto economico. Nell'azione dei governi e degli organismi internazionali. Ma anche nei comportamenti di ciascuno di noi".

Fonte: Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sergio Mattarella: “Vaccinarsi è un dovere”

TrentoToday è in caricamento